L’Isola dei Famosi 6: prima puntata

di Redazione 1

Inizia la prima puntata dell’Isola in un’atmosferia energica, ricca di humour e allegria, in uno studio . Simona Ventura in versione capelli rossi carota presenta i due opinionisti Mara Venier e Luca Giurato, che non esitano a inserirsi nel vivo del programma (commentando tutto quello che succede, buttando il discorso in caciara e, Luca, cadendo dalla sedia) e l’inviato Filippo Magnini, un pò spaesato.

I naufraghi, non troppo contenti,si gettano in mare da un elicottero e raggiungono a nuoto l’isola (Giucas salvato da due compagni), riuscendo ad arrivare a riva entro i 6 minuti stabiliti, che permettono loro di vincere gli utensili fondamentali per pescare e qualche pentola per cucinare.

Dalla presentazione dei naufraghi definiti ironicamente come gli invincibili, si passa a quella degli otto Nip, tutti su una zattera: l’infermiera che lavora al reparto di rianimazione, Il Mitraglia di Brugherio, il muratore donna, lo skipper napoletano,il magazziniere, l’interprete siberiana, la ragazza siciliana che studia psicologia all’Università di Palermo, il bidello dell’Università di Bologna, che vive nello stabile. Si apre il televoto: sull’isola uno di loro non ci arriverà mai: l’esclusa è Yelena Shatanova.

Filippo Magnini presenta i Nip ai Vip e così vengono introdotte le novità di quest’anno: Vip e Nip rimarranno divisi in due squadre, e si affronteranno tra di loro in alcune prove, con lo scopo di vincere e guadagnare strumenti necessari per poter vivere meglio sull’isola.

La prima prova, quella del fuoco (sopportare il calore di una fiamma vicino al corpo) è stata vinta dal coraggio e dalla forza di volontà dei Nip (soprattutto delle piccoletta siciliana Maria Grazia). I nip avranno il fuoco, i vip no!

Si arriva alla fase delle nomination (con problemi nel trovare l’auricolare annessi) e i primi deputati a lasciare il reality sonoil Nip Alessandro, e la vip Flavia. Simona manda i Vip a Laguna Paloma e i Nip a Laguna Cacao e dà la linea a Scorie, ricordando:

A schiena dritta e a testa alta andiamo incontro al nostro destino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>