L’Isola dei Famosi: giorno 26

di Emanuela Zaccone Commenta

C’è ancora clima di “emozioni” e caccia grossa sull’Isola: la new entry Rossano Rubicondi esorta il gruppo ad andare a caccia di paguri. Maria Grazia non sembra entusiasta, ma come dice l’ultimo arrivato: “Voi sareste bravi a far cadere le pa…e per terra anche su un’isola piena di ristoranti e vino! Non vi va di fare mai un ca…o!”. Volente o nolente, la Maniscalco si avvia decisamente non entusiasta, a questa nuova battuta di caccia.

Poca emozione, intanto, anche a Cayo Paloma: c’è spazio solo per le polemiche di Leonardo Tumiotto, che non può far altro che sparlare di Massimo Ciavarro, esiliato ai lavori forzati a Playa Pellicano. Tutto sommato l’atteggiamento del nuotatore potrebbe essere benissimo una strategia per mettere in cattiva luce uno dei favoriti per la vittoria…

Fortunatamente, a dare una scossa a questa altrimenti noiosa giornata, giunge l’annuncio della prova ricompensa: ci sono ben due pesci in palio.
Al riunirsi del gruppo Ciavarro non può fare a meno di descrivere il terribile luogo in cui si trova (a dire il vero, mosquitos a parte, c’è giusto un po’ di umidità ma per lo meno non manca il cibo!). La palma di comico del giorno va però a Carlo, il bidello di Bologna, che vedendo arrivare Ciavarro gli domanda: “Hai girato un fotoromanzo nel frattempo?”. Fantastico.

Vinti i due pesci, i vip intessono un interessantissimo dibattito sulle modalità di gestione del pesce: dopo varie e interessanti opinioni, Luxuria e Veridiana raggiungono un accordo. Un pesce sarà grigliato, l’altra servirà per il riso.
In realtà se una cosa è certa è che quest’anno sembra esserci più cibo rispetto alle passate edizioni: i concorrenti, però, saranno quelli giusti? Speriamo che non ci siano ulteriori cambiamenti nei protagonisti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>