L’Isola dei Famosi: giorno 57

di Monia Gelfo Commenta

La diretta ha portato scompiglio e acuito (come se non ce ne fossero già tanti) i contrasti tra i naufraghi e ciò soprattutto per la nomination fatta da Patrizia ad Alessandro. Quest’ultimo infatti accusa la contessa di incoerenza, per aver rimproverato Vladimir (durante il corso della diretta) di aver fatto strategie, ma di non averla votata.

La contessa cerca di smorzare un pò i toni dando una pacca sulla schiena ad Alessandro, gesto per nulla gradito, che lo porta a provocarla dicendole di darle uno schiaffo sulla guancia. Patrizia è infuriata ed in confessionale dirà di che nessuno si deve permettere di trattarla in modo cosi irrispettoso, a maggior ragione uno come Alessandro che potrebbe essere suo figlio.

D’altro canto Alessandro rincara la dose per quella pacca sulla schiena asserendo che solo i vigliacchi colpiscono alle spalle. In sua difesa accorre il suo corregionale Peppe, soprattutto per il semplice motivo per cui Alessandro è stato definito dalla contessa un napoletano di bassa livello, accusando la contessa di aver usato il termine napoletano in senso dispregiativo. Patrizia, sentendo tali affermazioni, non si trattiene più e rivela apertamente l’antipatia che ha sempre nutrito nei confronti di Peppe, definendolo un uomo viscido.

Ritorno in carreggiata anche da parte di Vladimir, che è molto infastidita sia per la pacca data da Patrizia ad Alessandro, ma soprattutto del fatto che Alessandro si sia lamentato (in diretta) di andare alla spiaggia dei lavori forzati, quando è stata una sua esplicita richiesta.

I naufraghi hanno almeno una piccola consolazione: con i 9 pesci presi da Leonardo e Alessandro possono gustarsi una cena abbondante e, per il periodo che corre, ce n’è davvero bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>