L’isola dei famosi: giorno 64

di Monia Gelfo 1

La notte prima della diretta Carlo racconta ai propri compagni che i suoi parenti erano sicuri che starebbe stato a L’Isola non più di due settimane, mentre i parenti di Vladimir credevano molto in lei ed erano convinti che sarebbe stata più a lungo su L’Isola, mentre la naufraga non ne era cosi sicura.

A Playa Uva, si scatena la tempesta e d i naufraghi si riparano come possono dentro la capanna. La situazione è cosi sfavorevole, che per la diretta i naufraghi sono costretti a camminare per due ore sotto la pioggia per riuscire a raggiungere la selva oscura ed in seguito verrà detto loro che l’inviato Filippo Magnini con il resto della troupe non potranno raggiungerli.

Dopo la puntata che ha visto l’eliminazione immediata di Peppe, Veridiana e Patrizia, oltrechè di Alessandro (che ha perso la sfida in nomination contro Vladimir), i quattro finalisti Belen, Carlo, Vladimir, e Leonardo, non potendo ritornare su L’Isola a causa delle forti piogge, avranno un rifugio per la notte ed un pasto caldo.

I naufraghi sono entusiasti e ancora increduli di essere arrivatii in finale: per Vladimir è una vittoria già essere arrivata in finale, Leonardo pensava che non ce l’avrebbe fatta ad arrivare in finale ed ammette che ha voglia di vincere L’Isola.

La finale non è esente da polemiche: Vladimir infatti parla dell’atteggiamento egoista della contessa che si è fatta ridare la felpa da Carlo, lasciandolo al freddo sotto la pioggia, sia della poca sincerità di Veridiana. Sia Carlo che Belen concordano con il suo pensiero. Vedremo chi sarà il naufrago più amato dal pubblico. A voi l’ardua sentenza.

Commenti (1)

  1. ciao a tutti io dico ke questa edizione la vince vladimir luxuria e sn felice ke vinca lei no scusate lui ma insomma lui o lei? va bè dai diciamo lei ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>