L’Italia del destino – Real Italy, il reality contamina il teatro

di Redazione Commenta

Spread the love

Il reality e il teatro si incontrano per la prima volta: ol compositore Luca Mosca e lo scrittore Gianluigi Melega hanno scritto L’Italia del destino, real-italiy in un atto, un’opera (diretta da Davide Livermore) che racconta la storia di sette personaggi, chiusi in una casa, pronti ad affrontare il perverso meccanismo di sopravvivenza dei reality.

La sinossi (fonte Ilcorrieremusicale.org)

Il Presentatore annuncia che si è ormai giunti all’ultima puntata del reality televisivo “Real-italy”, in cui il pubblico sarà chiamato a decidere quali partecipanti eliminare. Tra questi Il Cantante e Il Creativo fanno sfoggio del proprio narcisismo, suscitando l’ironia della Stilista, che irride all’inettitudine degli uomini, incluso Il Palestrato, capace solo di tirate razziste. Tra un annuncio pubblicitario e un altro La Cameriera racconta nel confessionale la propria storia sfortunata. Intanto il Palestrato e Sexilia si corteggiano, mentre La Stilista tenta d’abbordare Sexilia, Il Cantante si compiace d’una carriera immeritata, costruita su astuzia ed espedienti, e il Creativo della sua influenza nel sistemare i propri protetti: uno spettacolo che guadagna a più riprese i primi titoli del telegiornale. L’indomani la gran parte dei concorrenti è bocciata alla prova di arte scenica; s’intrecciano flirt tra La Cameriera e Il Palestrato, e tra La Stilista e La Diva, mentre Sexilia, gelosa, riesce a riavvicinarsi al Palestrato. La prova di cultura generale sull’unità d’Italia dimostra la crassa ignoranza dei concorrenti e sfocia in una rissa in cui Il Creativo viene ferito da un coltello. La tensione cresce, mentre La Cameriera ritorna tra le braccia del Palestrato. A sorpresa Il Creativo fa ritorno in abito da Garibaldi, inveendo contro i traditori dell’unità d’Italia. A quel punto il Presentatore invita il pubblico, tra l’angoscia degli astanti, a decidere col telecomando quale concorrente eliminare.

Nel cast dell’opera figurano: Daniela Bruera (La Cameriera), Alda Caiello (La Stilista), Cristina Zavalloni (Sexlia), Sara Mingardo (La Diva), Davide Livermore (Il Cantante), Chris Ziegler (Il palestrato), Roberto Abbondanza (Il creativo).

Gianluigi Melega racconta a La Repubblica:

L’idea iniziale era quello di realizzare una Forza del destino con i guitti odierni. Poi con Luca ci siamo detti: ma i guitti di oggi non sono forse quelli del reality show? … La storia è fatta di tanti quadri, tra i quali sono inseriti pseudo-tg, spot o confessioni, proprio come avviene in tv. Con tutte le dinamiche tipiche di quel genere di programma. E’ un’immagine del reality, iperrealista, un reality in musica.

[foto: Angelo Turetta]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>