Luca Argentero: “Al liceo ero uno sfigato che non si filava nessuno”

di Sara Bianchessi Commenta

Un passato che non ti aspetti quello di Luca Argentero che rivela di essere stato un adolescente sfigato che nessuno si filava.

Un passato che non ti aspetti quello di Luca Argentero che rivela di essere stato un adolescente sfigato che nessuno si filava. L’attore, intervistato dal settimanale F, racconta:

Al liceo ero uno sfigato che non si filava nessuno, un po’ secchione e poco interessato al gentil sesso. Alla prima ragazzina, da adolescente timido, diedi appuntamento al telefono: la chiamai da casa dopo la scuola. Poi il motorino ha cambiato tutto: mi ha aperto la strada della vita sociale e mi ha portato alla scoperta dell’universo femminile.

Per Argentero i genitori rimangono un esempio a cui ispirarsi:

Mibasta guardarli insieme: sono esattamente gli stessi di quando è iniziato il loro amore, pur nelle nevrosi e nelle manie quotidiane. Hanno mantenuto giovane il sentimento e questa è la chiave di un rapporto ben riuscito, anche se credo che la loro sia stata l’ultima generazione che ha investito tutto nella coppia. Mi rendo conto che hanno le stesse attenzioni e lo stesso desiderio di un tempo e io vorrei seguire il loro esempio. Resto un romantico e un sognatore che guarda al domani con occhi pieni di speranza e attesa.

La prospettiva di diventare padre lo spaventa:

Avrei paura a lasciarlo solo davanti al pc. A quell’età io facevo ricerche sui libri in biblioteca mentre oggi l’educazione sessuale passa su YouP0rn. Arrivi a 20 anni già stufo, mentre noi facevamo la nostra strada con più calma.

Che la sua nuova compagna, Cristina Marino, gli faccia presto cambiare idea?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>