Marco Carta, Noemi e gli altri ex talenti fuori dalle radio. Perchè?

di Redazione 3

Spread the love

Che fine hanno fatto i nuovi singoli di Marco Carta (Quello che dai), Noemi (Vertigini), Marco Mengoni (Stanco Deeper Inside) in radio? Non pervenuti. Il motivo? Le tensioni tra il Consorzio Fonografici SCF e le emittenti radiofoniche sembrano incolmabili.

Alla richiesta di alzare i diritti fonografici dall’1 al 4% secondo media europea, le radio hanno deciso temporaneamente di bloccare l’emissione dei brani usciti venerdì scorso (compresi quelli degli ex talent). Così Saverio Lupica, Presidente della SCF (che include le case discografiche Emi, Universal, Sony, Warner, Nar e Sugar) commenta la spiacevole situazione (Fonte Tgcom)

Questa situazione va avanti dal dicembre 2006 quando è scaduto il contratto. Abbiamo fatto la richiesta iniziale di alzare i diritti dall’1% al 2%, oggi le radio pagano comunque meno del 2%. Ma non è stato raggiunto nessun accordo a dicembre 2008. Poi siamo passati a un altro piano di discussione chiedendo di stabilire un equo compenso della percentuale calcolando il minimo dei diritti applicati dalla Spagna del 2,16% e quello massimo francese del 5,8%. In sostanza si arriva a una richiesta del 4%. Siamo stati disponibili, abbiamo provato una conciliazione ma alla prima udienza, dopo mesi di promesse, è saltato tutto da parte delle radio. Quando abbiamo comunicato che saremmo ricorsi, come abbiamo fatto, ai giudici ecco che le radio hanno attuato questa iniziativa di rimodellare i loro palinsesti musicali non proponendo le nuove hit. Per carità, liberissimi di farlo, possono anche programmare canzoni degli anni 30 ma non trovo corretto la richiesta della liberatoria per la richiesta sui pagamenti dei diritti fonografici, chiamati anche comunamente diritti discografici”. Insomma la soluzione sembra ben lontanta anche perché in ballo ci sono “dieci cause con cinque giudici.

Per ora i fan dei reduci da X Factor e Amici dovranno affidarsi al passaparola sulle prossime uscite dei loro beniamini o ascoltare i pezzi sui comuni canali digitali come iTunes. Buon ascolto.

Commenti (3)

  1. che i discografici pensino a fare il loro mestiere, che i radiofonici il loro lo fanno bene.

  2. NON SARANNO CERTO QUESTE CA…..ATE CHE RALLENTANO L’ASCESA DI MARCO CARTA NELL’OLIMPO DEI GRANDI DELLA MUSICA ITALIANA…………..NOI FANS PER ASCOLTARE LA SUA STRAORDINARIA VOCE NON ABBIAMO BISOGNO DELLE RADIO FORTUNATAMENTE…..!!!!

  3. La maggior parte dei ex talent (Marco Carta, Loredana Errore, Noemi) vengono oscurati, ma qualche eccezione c’è, ad esempio la Amoroso fu fatta passare a lungo e in continuazione, anche troppo direi.
    Comunque Francesco il passaggio in radio è molto importante perchè così i fan di Marco Carta (stesso discorso anche per gli altri) continueranno a sentirlo nei vari forum e pagine fb a lui dedicate, ma tutti gli altri non avranno modo di conoscerlo, vero è che Marco ha tantissimi fan, ma altri come Noemi o Loredana che ne hanno meno sarebbero ancora più penalizzate da questo ostracismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>