Mattia Briga e l’autografo negato ad una fans: la difesa di Andrea Dianetti

di Redazione Commenta

Spread the love

Negli scorsi giorni Mattia Briga è stato nell’occhio del ciclone per un autografo negato ad una fans durante un firmacopie, a difendere il rapper scende in campo Andrea Dianetti.Ecco le parole di Andrea su Facebook:

Allora, premesso che non devo difendere nessuno perché non ne avrei motivo. Io dal video vedo solo una persona al 650esimo autografo, che non dice nulla, ne gli viene chiesto nulla, ma invece il “personale addetto” lì presente, fa passare avanti la ragazza perché non ha il cd. Ma Briga non fa NULLA, se non seguire delle regole IMPOSTE dagli store, ne la scansa ne la tratta male..ZERO. IL BRIGA che ho conosciuto io ieri e con cui ho lavorato, è stato il primo a scendere giù dalle barricate, a dare la mano ai fans e a giocare con loro anche in maniera molto affettuosa, con me è stato simpaticissimo basta guardare i video che ho pubblicato ieri. Ed è davvero un assaggio. Come ho detto a lui ieri in privato, inizialmente fidandomi del poco che vedevo e da articoli fatti da siti “attendibili” quanto un politico italiano, non lo sopportavo, e l’ho scritto anche spesso, ma conoscendolo ho trovato un ventenne con i suoi difetti ma anche tanti pregi (indipendentemente dalla parte artistica che è a gusto quindi INUTILE DISCUTERNE, c’è anche a chi non piacciono i Pink Floyd perciò…figuriamoci).
Trovo che questi link acchiappa click, sopratutto quando son fatti da testate giornalistiche importanti, siano diffamatori e VERGOGNOSI.
Poi ognuno si farà la sua idea…ma vi prego, di cercare di andare oltre a volte, e di capire, che nessuno si diverte a farsi “non volere bene” dalle persone, sopratutto oggi, dove tutto è documentabile. ANDATE OLTRE…ed osservate…BENE.

Voi siete d’accordo con Andrea?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>