Melita Toniolo e Raffaella Fico parlando di RTV, che la critica definisce Soft Porno

di Redazione 1

Come è stato accolto il debutto di RTV condotto dalle ex concorrenti di reality Melita Toniolo e Raffaella Fico? Male: il programma viene tacciato di essere una sorta di soft porno.

La cosa che più fa pensare, però, è ciò che pensa Melita (fonte Di Tutto) nei riguardi della sua collega Raffaella e l’aria di superiorità che si dà (a torto o a ragione):

Diciamo che con la Fico mi trovo abbastanza bene, lei è alle prime armi. Non che io abbia fatto chissà cosa, però si vede che è ancora impreparata. E’ al suo primo programma televisivo. Per me questo programma è ancora più facile di Lucignolo perché posso appoggiarmi a dei testi scritti. Mi trovo bene, questo programma mi fa salire un gradino più in alto.

Raffaella Fico, commentando la nuova esperienza, dice:

Intanto questa è la mia prima esperienza dal punto di vista televisivo e mi trovo bene. Il mio sogno è sempre stato quello di fare sia tv che cinema, le mie due grandi passioni. Il programma mi piace tantissimo. L’ho sempre seguito sin da quando ero più piccola e conduceva Guido Bagatta.

All’epoca cara Raffaella, RTV era tutta un’altra stroria!

Commenti (1)

  1. Un programma cosi serio, e a tratti drammatico, non riesco proprio come possa essere associato a due ragazze che mezze nude (e qui faccio un complimento) che mostrano solo la loro fisicità. Non mi riferisco solo a Melita e raffaello, ma agli esordi di questo tipo di programmazione stile trash avviato da Ainnett Stephens e continuato da Cristina Chiabotto. Incommentabile..Più avanti ha, peggio diventa. Lo share e la qualità di questo programma andavano a prescindere da questi visioni poco serie e professionali. E’ questo il motivo per cui non lo guardo più il programma. Ha perso di credibilità. Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>