Morgan vs Asia Argento per la custodia della figlia

di Redazione Commenta

Nuovi guai per Morgan. Dopo l’esclusione all’ultimo Festival di Sanremo in seguito ai problemi di droga degli ultimi mesi, il cantante rischia di perdere la custodia della figlia Lou, nata dalla relazione con Asia Argento.

Giampaolo Cicconi ed Enrico Fioretti, avvocati dell’ex leader dei Bluvertigo, commentano a caldo, la decisione dell’attrice (Fonte La Stampa)

Siamo soddisfatti perché il giudice ha dato al nostro assistito la possibilità di comparire il 29, perché ci tiene a sua figlia. Morgan vuole confrontarsi con la signora Argento nell’esclusivo interesse della bambina: non si può privare una bimba del proprio padre per un articolo peraltro subito smentito.


Il riferimento, all’intervista shock su Max, è chiaro

Se la richiesta della Argento è fondata solo su quella intervista per noi non è sufficiente a chiedere la revoca. E’ eccessiva e immotivata: Morgan non si droga, non è tossicodipendente e ha smentito subito quella famosa intervista. Non ci sono i presupposti per arrivare a tanto.

I due difensori hanno rivelato che nella prossima udienza, fissata per il 29 aprile, saranno chiamati a testimoniare Simona Ventura, Claudia Mori, Maddalena Corvaglia, Mara Maionchi, la madre e la sorella di Morgan come garanti della sua affidabilità come padre.

Francamente non capisco la richiesta di togliere a Morgan la potestà genitoriale, non ci sono i presupposti, ha sempre seguito la figlia. E poi togliere una bambina così piccola al padre può essere un trauma.

I legali hanno richiesto una revisione dell’assegno mensile di mantenimento (duemila euro più le spese extra, pari a circa 500 euro sempre al mese), ritenuto esagerato per coprire le spese di una bambina di nove anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>