Nek contro i talent show: “Non vorrei fosse un lavoro facile per riempire i palinsesti”

di Redazione Commenta

Spread the love

Ci risiamo!!! Tracce di snobbismo tra i nostri affermati cantautori italiani verso i talent show (salvo andarci come ospiti per promuovere l’ultimo cd). Nek, che ha avuto modo di esibirsi nell’arena di Amici grazie al suo produttore Dado Parisini, ha confessato candidamente di non amare particolarmente il genere (Fonte What’s up):

Mi rendo conto che il talent show è quello che vuole la gente, ma non vorrei fosse solo un lavoro facile per riempire i palinsesti. La musica però è altro, è arte. Se fossi un giovane ora probabilmente proverei ancora per le vie classiche. Anche perchè è vero che ci sono talent più o meno buoni, però in generale la musica non va affrontata in un anno, ha bisogno di tempo, dettagli, bisogna imparare a fondere commercialità con originalità.

Qualcuno spiegasse a Filippo Neviani che destino avrebbero avuto i vari Alessandra Amoroso e Marco Mengoni della situazione se non avessero partecipato ad Amici o X Factor, vista la crisi generalizzata per la discografia italiana e la difficoltà (e le possibilità economiche) nello scovare nuove (ed interessanti) voci? Meditate gente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>