Noemi, Odio tutti i cantanti testo e audio

di Redazione 1

E’ in radio, da oggi, Odio tutti i cantanti, secondo singolo di Noemi estratto da RossoNoemi. Scritto da Diego Mancino e musicato da Matteo Buzzanca, il pezzo riesce a giocare con ironia leggerezza apparente, per raccontare temi importanti:

Il titolo è chiaramente una metafora e, in modo brillante, sintetizza il senso della canzone. Il cantante, nè interprete nè cantautore, è la metafora perfetta del mondo superficiale in cui viviamo oggi , si punta il dito sul consumismo dove tutto diventa immediatamente vecchio e dove non esiste più la possibilità di assaporare quello che hai. Oggi non c’è più il tempo di affezionarsi a niente.

Dopo il salto, il testo e l’audio della canzone.

{democracy:468}

Quante cose inutili
ci piacciono
le vogliamo comprare
le vogliamo comprare
E quante cose cambiano
in un attimo
resti muto a guardare
la tua televisione
Per esempio adesso
odio tutti i cantanti
odio tutte le stelle del mondo
e questa pioggia di metallo
Per esempio adesso
odio tutti i cantanti
odio tutto l’amore del mondo
e questa pioggia di metallo
quando mi guardi così
Quanti giorni inutili
che passano
mentre leggi il giornale
con un pugnale nel cuore
Quanta gente stupida
che s’agita
tutti pronti a giurare
di volerti salvare
Per esempio adesso
odio tutti i cantanti
odio tutte le stelle del mondo
e questa pioggia di metallo
Per esempio adesso
odio tutti i cantanti
odio tutto l’amore del mondo
e questa pioggia di metallo
quando mi guardi così
Quanti sogni diventano grandi
elevarsi e cadere
è tutto uguale
tutto il resto è rumore
disordine
qual è il peso
della tua libertà.
Per esempio adesso
odio tutti i cantanti
odio tutto l’amore del mondo
e questa pioggia di metallo
Per esempio adesso
odio tutti i cantanti
odio tutte le stelle del mondo
e questa pioggia di metallo
quando mi guardi così
quando mi guardi così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>