Pechino Express 2, Massimiliano Rosolino: “Sento il richiamo della foresta”

di Redazione Commenta

Massimiliano Rosolino, reduce dalla vittoria di Pechino Express 2, ha rilasciato una serie di dichiarazioni, che vi proponiamo subito dopo il salto.

Il nuotatore parla del suo amore per la televisione e di alcune sue performance in Pechino Express:

Più che un amore, è un interesse; sono curioso, mi piace gustarmi il momento sotto i riflettori e quando fai il nuotatore, ti capita poche volte di essere inquadrato, se non dal tuo allenatore. Mia mamma ancora oggi mi tira le orecchie se mi capita di dire una cosa fuori luogo in televisione e quando a Pechino Express abbiamo parlato troppo in napoletano, mio padre mi ha detto: – Ti rendi conto che hanno dovuto mettere i sottotitoli? – ma era giusto che le persone ci apprezzassero per quello che siamo, anzi, è piaciuto proprio il nostro essere veraci.

Massimiliano ci parla poi del suo amore per la città natale, Napoli:

A Roma ho alcuni amici napoletani che spesso vengono a cena. E, quando ci vediamo, cambio, mi trasformo, divento uno scugnizzo ed è strano, dato che da piccolo non avevo nemmeno la cadenza accentuata, ma forse, più sono andato lontano dalla mia città più ho sentito il richiamo della foresta.

Rosolino ci parla poi della figlia Sofia:

Ha iniziato con il nuoto a 9 mesi, l’ho messa subito in acqua; adesso è ferma da quasi un anno, ma muore dalla voglia. Un paio di giorni fa nuotavo, mi è venuta a vedere e le brillavano gli occhi, però, la stessa sera, è anche andata a ballare con la mamma. Ha ritmo; sembrerà strano, ma le coreografie gliele faccio fare io: sono il cubista di casa.

Infine, il nuotatore parla del suo futuro:

Non mi pongo limiti. Se riesco a fare un altro tuffo come piace a me, ben venga e magari riesco ad arrivare alle Olimpiadi di Rio 2016 prima di tanti altri ragazzi; inoltre, a Londra 2012 ho fatto il commentatore, e penso che tanto male non mi è andata. Quando hai fatto belle esperienze, vivi bene sia l’ascesa che la discesa, la prendi con sportività. Se non si può fare un’altra Olimpiade, pazienza. Mi piace che il nuoto, l’acqua si colleghino a tutto ciò che faccio. Troverò lo stesso il modo di divertirmi.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>