Pechino Express 4, Philippe Leveille: “Spero nella vittoria degli Antipodi”

di Fabiana Commenta

Nel corso dell’ultima puntata di Pechino Express 4 ad essere eliminata è stata la coppia degli Stellati formata dagli chef Philippe Leveille e Ciccio Sultano.

 

E per Leveille l’esperienza del reality si è dimostrata molto interessante.

Già prima di Pechino Express mi erano stati proposti dei reality ed altri programmi che non ho voluto fare. Ma con Pechino Express volevo far vedere che Philippe Leveille ha sì una vita bella ed invidiata per il lavoro che fa ma può anche mettersi in gioco e far divertire. Credo di aver avuto la possibilità di far vedere che tipo di persona fossi. 

Ha detto intervistato a Blogo svelando la stima per Costantino Della Gherardesca e parlando del rapporto con Ciccio Sultano.

Quando mi è stato proposto Pechino Express, mi è stato chiesto di cercarmi un compagno di viaggio. Un po’ di tempo fa il fotografo Rizzi aveva pubblicato un libro di fotografie fatte ad alcuni chef. In una ritraeva le mani sporche di terra di Ciccio. Quindi l’ho chiamato: mi sarebbe piaciuto viaggiare con lui perché avevamo delle storie interessanti. Io sono della punta della Bretagna, al nord, lui della punta dell’Italia, in Sicilia, al sud. Io sono un nordista, lui un sudista. Anche le nostre cucine sono diverse: il burro e l’olio. Adesso siamo diventati marito e moglie, ci sentiamo tutti i giorni. 

E non manca di togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Il ‘meno meno’ andrebbe a Pascal. Se la barca dovesse affondare, lui non lo salverei mai. Questo ragazzino era scatenato e poco educato.

Dice lo chef lanciandosi in un pronostico della vittoria.

Io spero nella vittoria di Roberto e Pinna, gli Antipodi. Sono troppo forti. Loro litigavano quasi tutti i giorni ma, alla fine, riuscivano a volersi sempre bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>