Pechino Express, sesta puntata: eliminate le Veline, Costanza Caracciolo e Federica Nargi

di Elide Messineo 3

 Questa sera è andata in onda la sesta puntata di Pechino Express, adventure reality condotto da Emanuele Filiberto, nel quale sono rimaste sei coppie in gara.

Dopo il riassunto della scorsa puntata, la trasmissione inizia con i protagonisti intenti a viaggiare per l’ultimo tratto di Nepal, pronti ad attraversare il Tibet in attesa di arrivare in Cina. Prima di ripartire i concorrenti dovranno ovviamente affrontare una prova, che prevede di tessere il filo di lana più lungo, seguendo la tecnica usata dalle donne del posto.

Una volta saliti su un camion, i concorrenti scendono man mano che i fili vengono confrontati tra gli sfidanti, vince chi ha quello più lungo. Coppia dopo coppia, trionfano i Fidanzati, Simone Rugiati e Malvina. La prova immunità prevede che i giocatori abbiano molta concentrazione e rispondano a domande di cultura evitando così penalità abbastanza pesanti. Si aggiudicano la vittoria gli attori, Debora Villa e Alessandro Sampaolidritti verso Shangai, che danno l’handicap a Simone e Malvina.

I due dovranno viaggiare con gli zaini legati insieme da un lucchetto, nel frattempo Barù si è dovuto fermare a causa di un malore. Per arrivare al traguardo finale, questa volta i concorrenti dovranno seguire gli indizi della grande missione, cercando di ottenere la busta rossa e percorrendo l’intera vale di Kathmandu. Il primo indizio è il tempio della dea vivente Kumari; il secondo indizio le 100 rupie, che porta i concorrenti verso il tempio di Nyatapola a Bhaktapur dedicato a Shiva; il terzo è il tempio di Krishna Mandir a Patan. I fidanzati vincono anche questa prova e decidono di eliminare le Veline (che senza troppa fatica sono sempre riuscite ad andare avanti pur arrivando sempre ultime e battendo addirittura gli Sportivi), i Pizza sono salvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>