Pino Daniele critico nei confronti dei talent

di Redazione Commenta

Foto: AP/LaPresse

Pino Daniele parla dei Talent in due interviste, quella rilasciata a Il tempo e quella rilasciata a Il corriere della sera. A Il tempo spiega il motivo del successo di ascolti dei talent show:

È il segno dei tempi. Prima un musicista veniva fuori perché aveva un riscontro sociale. Ora i giovani sono distratti da altre cose. Hanno altre priorità. Sono nati davanti alla televisione e al computer. Oggi la musica ha altre funzioni e si fa fatica a trovare talenti veri. Io stesso non sarei più capace di scrivere una canzone come Napule è…

A Il corriere della sera il cantante napoletano parte da X Factor per fare una riflessione:

Non abbiamo inventato niente, è un format inglese. Da noi ci sono più fenomeni di costume che talenti. All’estero suonano insieme geni come Jeff Beck ed Eric Clapton, qui, con tutto rispetto, mettiamo Orietta Berti con Pupo. In Italia basta passare in tv per essere un professionista… C’è riuscito pure Emanuele Filiberto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>