Sanremo 2012, i duetti di Emma Marrone, Pierdavide Carone e Noemi piacciono a La Stampa

di Redazione Commenta

Ieri sera il Festival di Sanremo ha offerto i duetti tra i 14 big in gara e le star internazionali della musica (se vi siete persi le esibizioni potete vederle tutte andando su Musickr). La critica ha valutato Impressioni di settembre dei Marlene Kuntz e Patti Smith migliore esibizione. Vediamo come ha giudicato i duetti dei talent Marinella Venegoni de La Stampa.

Emma – Gary Go Il Paradiso – 7

Emma predilige le canzoni drammatiche o comunque di tinte forti, che giudicherà più adatte al suo temperamento passionale. Ma ascoltarla nella lievita sinergica di questo brano che fece il successo di Patty Pravo, l’interprete rivela un coté allegro e trascinante che rischiara la sua figura di ragazza, a fianco dello stellino britannico Gary Go.

NoemiSarah Jane Morris Amasi un po’ –  7

La rossa ragazza quest’anno a nostro avviso un po’ sottotono, ha l’occasione di rilanciarsi nel dialogo con la collega inglese, dentro il brano di Lucio Battisti che, antico come il mondo, offre risvolti di occasioni di modernità e nuova ispirazione ad entrambe.

Pierdavide Carone – Mad Langer con Lucio Dalla – Anema e Core  -7

Si sarà divertito Lucio Dalla a prendere questi due ragazzi speranzosi e trasformarli in crooner acerbi sotto la sua navigata direzione al riparo del pianoforte. Se, come futuro croone, il danese Mads Langer ha comunque una marcia in più del cantautore di Amici, l’avventura si è rivelata piacevole (e meno svenevole del repertorio del giovane ospite internazionale).

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>