Selvaggia Lucarelli contro la pagina Facebook Sesso droga e pastorizia

di Redazione Commenta

Selvaggia Lucarelli contro la pagina Facebook sesso droga e pastorizia che diffonde video hot all'insaputa delle protagoniste, come nei recenti casi Cantone, Leotta e Buccino

Spread the love

Selvaggia Lucarelli sta portando avanti sui social una vera e propria battaglia contro chi diffonde video hot all’insaputa delle protagoniste, come nei recenti casi Cantone, Leotta e Buccino e questo le ha procurato critiche e insulti.
Ecco l’attacco social dell’opinionista alla seguitissima pagina fb Sesso droga e pastorizia :

La pagina fb Sesso droga e pastorizia su cui girano indisturbati tutti i link porno che denunciano i giornali e le TV da mesi con commenti che sono oltre il bullismo rimane lì indisturbata e aperta senza che nessuno intervenga. Loro ovviamente non mettono il link, mettono una foto o un commento sulla Leotta di turno sapendo che sotto si scatenerà la pioggia dei link ai video ad opera dei commentatori. L’amministratore, siccome ho denunciato questa cosa, mi ha scritto in privato un messaggio della serie “Ora ti faccio vedere io cosa ti scateno contro”. Se entrate lì dentro c’è da sentirsi male. Al momento stanno cercando di far chiudere la mia pagina a suon di cagna e “l’unica cosa che puoi fare è infilarti un membro in bocca”. Aspetto che si muova fb e magari la polizia postale. È veramente ora di finirla.
P.s.
Ah. L’amministratore mi racconta che non può monitorare i commenti e i link che la gente posta. Capito? Noi li vediamo e lui no, perché ovviamente gli fa comodo averli lì per tutelarsi legalmente. Io come amministratore non posto nulla, sono i miei commentatori a farlo. Peccato che ora sia informato. E che siano informate anche le protagoniste dei video e chi sta indagando.

Voi state dalla sua parte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>