Simona Ventura ed il suo sfogo su Vanity Fair

di Redazione 1

Simona Ventura, in un’intervista rilasciata su Vanity Fair, finalmente ha deciso di esprimere il proprio pensiero e togliersi, come si suol dire, qualche sassolino dalla scarpa.

La presentatrice risponde cosi a tutte le forti critiche che sono state fatte principalmente ad X Factor, talent sow di indubbio interesse, ed alla sua persona. Simona non era intervenuta nelle polemiche augurandosi che si spegnessero da sole, ma visto il loro perdurare, è stata costretta a reagire ed a prendere una posizione in merito.La Show girl  sostiene che X Factor non si pone in competizione con Amici , ma che entrambi danno la possibilità ai talenti  di emergere, e di non aver gradito  l’attacco di Mediaset al programma di Rai Due, spostando il serale di Amici dal Mercoledi al Martedi, pur di batterela rete Rai negli ascolti.

E’ questo uno dei motivi che  spinge Simona a pensare che il suo abbandono di Mediaset (a cui ha lavorato fino al 2001)  per lavorare alla rete televisiva sua concorrente, non sia ancora stato digerito. Alla lista di  questo vortice di critiche si aggiunge quello dell’amica Maria De Filippi,  (quest’ultima dispiaciuta per le sue parole scritte sui giornali che sono state fraintese), ma la show-girl tranquillizza tutti dicendo di aver chiarito con lei.

Ultimo appunto è offerto dalla vittoria di Michelle Hunziker come personaggio femminile dell’anno,  premio a cui ambiva anche Simona, la quale risponde  che probabilmente non si meritava tale premio dal momento che la collega ha condotto più programmi di successo, concludendo con un’ironica frase : “io sono, brutta, sporca e cattiva. Conduco l’Isola dei Famosi“.

Commenti (1)

  1. simona ventura io sono un tuo fan ti volevo chiedere un favore mi potresti mandare delle tue fotto sul i mio messengier [email protected] tantte egrazi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>