Simonetta Spiri: “Amici, un’esperienza indimenticabile che mi ha aiutata a crescere”

di Redazione 1

E’ stata un’esperienza indimenticabile, mi ha aiutata a crescere. Non ho mai pensato di essere arrivata al mio traguardoprofessionale una volta entrata nel talent show, ma l’ho vissuto come un punto di partenza.

Parla, dalle pagine del settimanale Simonetta Spiri (26 anni il prossimo 26 gennaio), una delle partecipanti della settima edizione di Amici di Maria De Filippi, messasi totalmente a nudo, attraverso la musica, con otto brani esclusivamente autobiografici raccolti nel debut-album Il mio momento, uscito lo scorso 20 novembre, due anni dopo la partecipazione al talent show di Canale 5.

Nell’intervista racconta come sia stato faticoso lavorare a questa suo primo lavoro discografico. Dopo l’uscita dalla scuola ha lavorato intensamente come autrice di testi, ma non si sentiva pronta a debuttare nel mondo della discografia.

L’album ripercorre la sua vita fatta, in un alternarsi di gioia e di momenti bui e delusioni, di amori che vanno e amori che vengono. Tutte canzoni che le appartegono. Uno dei brani racconta del suo sentimento verso una persona che non c’è più ma che sente ancora accanto, l’angelo che ognuno di noi ha vicino. Riguardo al titolo dell’album, spiega:

Non vuole sottointendere una mia vittoria. Credo che sia sempre il nostro momento. Questo è il mio momento di vivere il sogno che ho sempre avuto: vedere la mia foto sulla copertina di un disco.

Sull’eccessiva arroganza di alcuni concorrenti del programma che l’ha resa celebre, commenta:

Siamo di esempio a tanti ragazzi e dovremmo comunicare loro che è importante difendersi, ma non educazione e rispetto. Far valere i propri diritti non significa dimenticare i principali doveri.

Commenti (1)

  1. ti adoro simonettaaaaaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>