The Voice of Italy: seconda puntata live

di Redazione 2

Spread the love

 

Partiamo con la seconda puntata di The Voice of Italy e iniziamo a sentir cantare Manuel Foresta, dalla voce blues. Manuel canta da quando ha 15 anni e decide di stare con Raffaella, per Cocciante si profila un’altra sconfitta. Mattia Lever è il giovanissimo di sedici anni che si presenta con la chitarra e interpreta Heaven: nonostante tutti e quattro i coach si girino Mattia ha le idee chiare in testa e sceglie Cocciante. Samantha Discolpa è la prossima in gara ma nessuno si gira, tra i fischi del pubblico.

Marco Cantagalli di 21 anni viene da Roma e ha iniziato a cantare quando voleva dedicare una canzone alla fidanzata: decide di andare con Piero Pelù; Marsela Cibukaj viene dall’Albania, dove ha partecipato all’omonimo programma arrivando seconda e qui viene scelta da Noemi, dopo aver sentito interpretare la sua canzone. La tatuata Veronica De Simone vuole cambiare la sua vita e ci prova con At Last: tutti i coach la vogliono ma lei vuole ‘la Carrà tutta la vita’.

Adesso è il momento di Daniele Nicolò ma la sua interpretazione di Tiziano Ferro non convince nessuno; Cristina Balestriere è stata diversi anni all’estero per perfezionare la voce ma adesso vorrebbe fare qualcosa anche in Italia e viene scelta solo da Pelù e Giuseppe Scianna sale per la prima volta su un palco e interpreta Hallelujah di Jeff Buckley e alla fine sceglie Noemi.

Maria Grazia Terranova non viene scelta perché non ha graffiato abbastanza Pelù e la Carrà, che si mangiano un po’ le mani: pezzo difficile per Samuele Spallitta, che con Georgia on my mind convince Cocciante e Pelù, ma è il primo a portarselo via; Chiara Furfari porta Price Tag riarrangiata con la chitarra e sceglie Noemi, a discapito di Cocciante.

Fabio Troiano ci presenta la nuova concorrente, Yasmin Kalach, patita di Sanremo e dello Zecchino d’oro che guadagna la seconda standing ovation della serata, ma sceglie Pelù dopo aver rivelato di essere ipovedente; poi è il turno di Jessica Morlacchi, ex leader dei Gazosa, gruppo che vinse Sanremo giovani e viene scelta da Cocciante. Daniela Facchiano vive a Londra ma è arrivata per partecipare ai provini ma non c’è alcuna chance per lei di continuare.

Vito Ardito ha 53 anni ma ha la voce calda di un ragazzo e alla fine sceglie la Carrà, nonostante il corteggiamento di Noemi; Paola Criscione ama il rock e porta un brano degli Evanescence entrando nella squadra di Piero Pelù infine Chiara Luppi da Padova ha già collaborato con Cocciante e con Amor mio entra nel team con Raffaella. Timothy Cavicchini sa di non poter contare sul suo bell’aspetto in questa gara ma riceve la piena approvazione dai coach dopo Sweet Child of Mine e sceglie il leader dei Litfiba.

Rocco Ferri ama il soul e il blues e porta un brano di Zucchero ma non regge il confronto con il cantante; Antonia Laganà viene dalla provincia di Reggio Calabria e con Notturno fa girare la poltrona di Noemi, che la va ad abbracciare subito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>