Tiziano Ferro: “Talent show? Le case discografiche dovrebbero aiutare i giovani lontano dalla tv”

di Massimo Galanto Commenta

Tiziano Ferro in occasione del lancio del suo nuovo album, L’amore è una cosa semplice, prodotto da Emi e registrato a Los Angeles (dal 28 novembre sarà nei negozi), ha espresso in un’intervista al freepress Leggo la sua opinione sui talent show: 

Il vero aiuto, ai giovani, le case discografiche lo dovrebbero dare senza telecamere di mezzo: addestrare chi è acerbo a sopportare i disastri emotivi causati dai media. Io sono stato vicino al crollo.

Il riferimento di Ferro è alla biografia, Trent’anni e una chiacchierata con papà, in cui il cantautore di Latina è riuscito a fare il suo personale coming out. Evento, questo, decisivo anche per la sua carriera:

Questo per me è un disco di liberazione da parecchi fantasmi e di ritorno a casa. Per anni mi sono sentito in colpa di essere felice. Per la mia omosessualità, poi, mi sentivo qualcosa… di meno. Oggi sono felice. E pago pure una bravissima psicanalista da 80 euro all’ora.

Ferro promuoverà il suo nuovo lavoro discografico sabato prossimo nel programma di Fabio Fazio Che tempo che fama la tv non mi appartiene. Tutto è sovraesposto, i tempi della tv mi inibiscono”.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>