Tony Maiello è il vincitore di Sanremo Giovani 2010

di Redazione 7

Tony Maiello ce l’ha fatta: il ventunenne cantante di Castellammare di Stabia (Na) è il vincitore del Festival di Sanremo 2010 della sezione Nuova Generazione.

Il brano di Tony grazie al televoto e al voto della Sanremo Orchestra con Il linguaggio della resa (firmato dallo stesso Tony con Roberto Cardelli, Fabrizio Ferraguzzo e Fio Zanotti, che ne ha curato l’arrangiamento) ha battuto L’uomo che amava le donne di Nina Zilli (vincitrice del Premio della Critica Mia Martini), Dove non ci sono ore di Jessica Brando e Non mi dai pace di Luca Marino.

L’ex concorrente della prima edizione di X Factor (dove si classificò quarto) dopo l’annuncio dato da Antonella Clerici è scoppiato a piangere ed è stato abbracciato dal padre che ha fatto irruzione dal palco pur di complimentarsi con il figlio.

Noi facciamo le nostre congratulazioni a Tony, un altro cantante dall’interessante futuro che è uscito da un talent, pronto per provare a sfondare nel mondo della musica.

Commenti (7)

  1. Vittoria meritatissima. Grande Tony!

  2. Non sarà certo un cantante dalle doti eccelse, ma mi piace la sua umiltà, il fatto che si sia messo a studiare e si sia impegnato per superare i suoi evidenti limiti (lo ricordo da x factor).
    Gli auguro di migliorarsi sempre di più, mi sembra un ragazzo con molta voglia di fare.

  3. io ho votato luiiiii…per me è stato bravissimo…la sua canzone è stupenda e meritava di vincere ^_^ vai tonyyyyy

  4. Sono contenta per lui, se lo merita il successo, e come ha detto Lia, ha l’umiltà e la volontà giuste per avere un gran futuro, speriamo!

  5. grande tony !!!!!!! meritavi la vittoria vai tonyyyyy

  6. tony sei bellissimo tante persone sono invidiose di te ma non ti preoccupare perche la loro è solo invidiaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>