Truzzi Volanti, Marco Ripamonti a Mondoreality: “Il nostro segreto? Un’amicizia vera e la voglia di divertirsi”

di Redazione 1

Spread the love

Tra salti mortali, peripezie col fuoco e capriole adrenaliche, i Truzzi Volanti, un gruppo di acrobati e ginnasti del varesotto, hanno avuto facile accesso alla finale di Italia’s Got Talent, conquistando i giudizi positivi sia dei tre giudici, Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, sia del pubblico da casa. Abbiamo incontrato Marco Ripamonti, director e webmaster della formazione, che ci ha svelato il lato “nascosto” dei Truzzi Volanti fuori dalle scene televisive

Ciao Sebastiano ed un saluto a tutti i lettori di Mondoreality. Come avete potuto vedere a noi preme divertirci certi del fatto che se ci divertiamo in primis noi anche gli altri si divertiranno quindi, magari scombinandoti un pò la normale formalità dell’intervista per ogni domanda ci sono 2 risposte una diciamo “istituzionale” e una stile “lettura del pensiero”.

Cominciamo. Pronto? Quali speranze avete riposto nella partecipazione ad Italia’s Got Talent?

Risposta istituzionale

Fare vedere qualcosa di diverso dal solito, stupire e passare almeno la prima fase. E crediamo di aver centrato tutti e 3 gli obiettivi.

Risposta truzza

Per vedere se il nostro spettacolo era televisivamente valido, vedere un pò cosa ne pensava il grande pubblico…e conoscere gli altri talenti, meglio se donne…

Quale è stata la formula vincente che vi ha permesso l’ingresso in finale?

Risposta istituzionale

Un insieme di cose ci hanno permesso di raggiungere questo ottimo risultato, ci siamo presentati per quello che siamo, non abbiamo parlato delle nostre vicende personali volendo che fosse solo la nostra esibizione a parlare per noi; ci ha faclitato il fatto che l’acrobatica aerea in televisione non è molto presente e il nostro spettacolo oggettivamente è molto originale.

Risposta truzza

Tutto quello che non avete visto, le prove ,le discussioni le partite a scopa prima della diretta, l’aver fatto letteralemente impazzire la produzione del programma! Abbiamo riso per tutti i giorni della trasferta a crepapelle e questo ci ha permesso di dare il meglio sul palco. Il vero segreto è che siamo un gruppo di amici che si divertono assieme, molti hanno considerato i giorni in studio come una vera e propria vacanza truzza.

Cosa c’è dietro ad una vostra performance per risultare così coordinati e spettacolari?

Risposta istituzionale

Tanto allenamento sia individuale che collettivo, tutti noi proveniamo dalla ginnastica artistica che pratichiamo tutti fin da bambini ma mantenere l’allenamento non è facile visto che tutti noi lavoriamo e sacrifichiamo il nostro tempo libero per continuare nel progetto. Ancora una volta è la grande amicizia che c’è tra tutti i componenti del gruppo che ci permette di realizzare quello che poi avete visto, senza un grande affiatamento e fiducia nella precisione del compagno non andremmo da nessuna parte.

Risposta truzza

Tante partitelle a calcetto durante gli allenamenti, non manca occasione in cui a metà sessione non si dica: “Partitella”…e ci si confronta molto anche scherzano coi salti…molte volte inventiamo salti nuovi facendo uno scherzo a chi in quel momento sta facendo qualcos’altro! A volte è proprio casulae l’nvenzione…ma parte sempre dallo spirito goliardico della squadra!

Ho letto che i Truzzi volanti sono nati nei primi anni 90 con continui innesti e cambi di formazione, come è nato il progetto?

Risposta istituzionale

I Truzzi Volanti nascono nel 1989 come modo scherzoso e diciamo “irriverente” di trattare quello che appare come l’austero mondo della ginnastica artistica; alcuni ginnasti e alcuni istruttori vestiti in maniera coloratissima e stravagante (da qui “truzzi”) danno vita a una esibizione divertente e spettacolare come finale dei saggi di fine corso. Lo spettacolo riscosse un successo grandissimo e piano piano è uscito dalla palestra ed è arrivato anche al resto della gente. Dopo 20 anni ora siamo qui a fare un intervista. Le linee guida sono comunque la lettura dello sport sia in senso tecnico che come forma di aggregazione. Lo sport deve essere vissuto con concentrazione e impegno, ma anche con grande gioia, voglia di divertirsi e di mettersi in gioco. E’ proprio da tutti questi dualismi che nasce il progetto dei Truzzi Volanti.

Risposta truzza

In realtà Truzzi Volanti si rimane a vita! Ci conosciamo tutti da molti anni e ci siamo visti crescere! Quindi anche la longevità del gruppo è spirito di combricola che comunque esisterebbe visto gli anni di stretta vicinanza! Anche in questo caso l’idea geniale è stata un caso…quasi una burla alla società che per i tempi puntava molto sulla serietà, anche eccessiva a volte, dello sport che rappresentava…così scherzando e per divertimento sono nati i “TRUZZI VOLANTI”

Quali sono i progetti artistici futuri dei Truzzi?

Risposta istituzionale

L’obiettivo di base è restare quello che siamo, saltiamo per divertirci e per divertire non ci interessa che diventi un lavoro; stiamo selezionando i contatti arrivati privilegiando quelli che ci sembrano piu intriganti, ovviamente logisticamente non è facile andare ovunque come per un cantante o un musicista visto che i materiali che utilizziamo sono molto pesanti e ingombranti, quindi evitiamo di spostarci troppo lontano dalla nostra regione. Speriamo magari di poter fare ancora qualcosa in tv per poter arrivare anche a persone che non hanno occasione di vederci dal vivo.

Risposta truzza

Noi vorremmo trovarci tra 30 anni e dalla panchina del parchetto poter vedere ancora i Truzzi Volanti… e magari andare a dire che hanno sbagliato qualcosa! auhauhauha! Speriamo che più che un semplice numero possa essere uno spirito di gruppo e un modo di leggere lo sport che duri a lungo!

Commenti (1)

  1. grandissimi i truzzi volanti speravo che vincessero loro!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>