uMan, Veronica Ciardi: “Quando sarà tutto finito, certo che tornerò alla vita di prima”

di Sebastiano Cascone Commenta

 Tra le omine dell’infelice avventura di uMan, Veronica Ciardi ci ha tenuto a chiarire una frase di cattivo gusto (“Gli italiani hanno un cervello piccolo così”) pronunciata in seguito all’annuncio della chiusura del reality dopo solamente due puntate (Fonte Visto):

Io sono “figlia” del pubblico italiano. Non volevo offendere nessuno. Quella frase invece estrapolata dal suo contesto, risulta offensiva. In realtà era parte di un discorso – a cui peraltro partecipavano tutti gli altri concorrenti, anche se come al solito sono stata messa in mezzo solo io – in cui si diceva che il pubblico della rete è maturo per le trasmissioni innovative, mentre quello televisivo non lo è.

A proposito della sua breve esperienza nel laboratorio di Italia 1, l’ex gieffina ha rivelato:

Mi mancava l’aria e la luce. Il laboratorio era senza finestre, e potevamo uscire all’aperto per un’ora e mezzo al giorno, in tranche di venti minuti.

Veronica non teme di ritornare nell’anomiato, una volta spente le luci della ribalta:

L’onda forte del successo è già scesa da un pò. Finchè va va, quando tutto sarà finito, certo che tornerò alla vita di prima. Che devo fare, buttarmi dalla finestra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>