Uomini e Donne, Carla Velli ha aperto un asilo per cani

di Redazione Commenta

Carla Velli, ex tronista di Uomini e Donne, un anno fa aveva annunciato l’addio al mondo dello spettacolo per inseguire il suo sogno di bambina, fare il procuratore calcistico. A rivelarlo era stata la stessa Velli, salutando tutto e tutti per dedicarsi alla sua passione.L’ex tronista racconta  a Top cosa è successo in questo periodo:

Ho studiato da procuratore ma mi rendo conto di quanto sia difficile, al limite dell’impossibile, per una donna farsi strada in questo campo, per cui per il momento rimarrà un sogno.

La Velli, però non si è certo arresa e ha aperto una boutique per cani con un asilo per i quattrozampe:

E’ grazie ai miei fedelissimi amici che era quello di cui avevo bisogno. Nessun rimpianto per il patinato mondo della televisione.

Carla spiega cosa l’ha portata a decidere di mollare tutto:

Da  un certo momento in poi ho cominciato a guardarmi indietro e ho capito che non ero felice. Ho preferito guardare in faccia la realtà e dirmi che dopo tre anni di feste e fasti, era arrivato il momento di tornare alla vita reale, dove forma e sostanza risultano essere distribuite nella giusta misura.

L’ex tronista parla del progetto che ha realizzato:

Uno dei miei desideri era quello di aprire uno spazio tutto dedicato ai cani. Un centro con una boutique dove prendere abitini e cibo e con un asilo, aperto dalla mattina alle 7 di sera.

Stare lontana dalla tv deve aver fatto bene alla Velli che ha trovato un nuovo amore:

Si chiama Tommaso, ha 26 anni, studia all’università e ha un sito di scommesse, ci vogliamo bene e stiamo quasi sempre insieme. Di più non voglio dire. Uno dei privilegi di essere una persona comune è proprio quello di poter avere una vita privata vera.

Un esempio da seguire?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>