Uomini e Donne, Luigi Battaglia: “Mimma non ha detto la verità sulla fine della nostra storia. Avrei voluto dire la mia, ma forse hanno preferito tapparmi la bocca”

di Redazione 1

Spread the love

Luigi Battaglia, che durante la scorsa stagione del trono over di Uomini e Donne aveva avuto una relazione alquanto tormentata con la bionda Mimmaaccusa la sua ex di non avere detto la verità sulla fine della loro storia e spiega che avrebbe voluto un contraddittorio, ma forse qualcuno ha voluto tappargli la bocca.Luigi, in un’intervista a IsaeChia, parla si come è iniziata la sua tormentata relazione con Mimma:

Il 15 dicembre mi contatta la redazione e mi dice che Mimma vuole il mio numero di cellulare: ho accettato subito, anche perchè avevo notato in lei una persona caratterialmente forte, tipologia di donna che fondamentalmente a me intriga. La prima uscita è stata positiva, anche perchè fuori dal format vedi le persone in un ottica diversa e lei era diversa dal come la si vede nel contesto televisivo, ed era piacevole per entrambi anche perchè di base stava nascendo qualcosa di profondo.

Battaglia è rimasto basito del comportamento della De Filippi  davanti alle accuse che la Cipollari ha mosso alla coppia:

Per quando riguarda Tina, penso che quello sia il suo lavoro. Ma la cosa strana è che ci ha letteralmente sbattuto fuori dal format, anche se di base la gente voleva che la nostra storia continuasse lì dentro, visti e letti tutti i messaggi di stima ed affetto sui vari blog. Ma la cosa che mi ha fatto rimanere basito è stato il silenzio di Maria De Filippi rispetto a quello che stava succedendo..

Luigi racconta come è finita la storia con Mimma:

Sono stato a Palmi una sola volta dopo l’uscita dal Trono over. Sono rimasto lì 3 giorni, e ancora una volta ho cercato di farle capire che accorciando le distanze sarebbe stato tutto più semplice. Sarebbe stato più facile vivere la nostra storia in tutta la sua completezza. Lei sapeva che stavo vivendo una situazione sociale e lavorativa non tanto positiva, da qui i miei silenzi ai suoi autoinviti a Napoli e a Terrasini, che faceva sapendo benissimo che non avrei potuto accettare vista la mia situazione economica. Se avessi voluto fare il mantenuto lo avrei fatto come scelta di vita, ma non sono fatto così. E questo non ha fatto altro che allontanarci. Tra l’altro il mio sentore era che lei volesse rientrare a tutti i costi in puntata, e tutti sappiamo che in puntata si rientra da single. Detto, fatto.

Battaglia spiega che quella detta in trasmissione dalla sua ex non è la verità:

Quando lei mi ha comunicato la notizia del suo rientro le ho fatto anche gli auguri, pensa un po’…. Ma tutte le dichiarazioni che lei ha fatto in puntata non equivalgono all’assoluta verità, ha sparato un mare di cazzate, ma la parte più brutta è stata quando Tina ha detto‘Ti chiedo scusa Mimma, ma lui è un grandissimo farabutto! Questa sparata non l’ho mai digerita anche perche detta davanti a 3 milioni di italiani, e la Santa Maria Goretti di turno -alias Mimma- non ha detto una parola, dopo che comunque tra di noi c’era stata una storia con tutti gli annessi e connessi. Mi bastava che dicesse ‘No Tina, non è un farabutto, non è andata tra di noi, punto’. Ed invece è stata Maria De Filippi a controbattere a Tina dicendo ‘Adesso hai detto un parolone’. Vorrei tanto capire perche non c’è stato mai un contraddittorio, almeno darmi la possibilità di dire la mia. Ma forse mi hanno voluto tappare la bocca penso.

Parole pesanti quelle di Luigi, voi cosa ne pensate?

Commenti (1)

  1. bhè, x me qui Luigi invece nn fa altro ke confermare quanto detto da Mimma.
    si sono visti una sola volta a Palmi, poi lei voleva andare da lui a Napoli ma lui stesso dice “da qui i miei silenzi ai suoi autoinviti a Napoli e a Terrasini”, x cui evidentemente a lui nn interessava tanto la sua visita;
    perchè se uno ha problemi lavorativi nn può accettare la visita della sua “compagna”?
    e poi cosa centra il fatto di nn voler essere mantenuto?? se Mimma lo andava a trovare lo manteneva???…..mi sembrano scuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>