Uomini e donne, parla la madre di Samuele Nardi

di Redazione Commenta

Samuele Nardi è uno dei pochi che hanno avuto la possibilità di fare il trono per una seconda volta.  Parla di lui la madre Gianna Piccinini, in un’intervista rilasciata su Dipiù.

La signora dichiara:

spero solo che quest’anno gli vada meglio. Se lo merita di essere felice. Dopo che lui e la sua ex compagna si sono lasciati ho temuto che non si riprendesse più. Però devo ammettere che Samuele in tutta la sua vita non è mai stato fortunato in amore. A volte penso che sia un pò maledetto, per questo, quando Teresanna gli ha detto di no, io non mi sono meravigliata più di tanto.

Gianna spiega anche il motivo di tali dichiarazioni:

a quindici anni si è fidanzato con una sua coetanea, e sebbene precocemente, con lei ha addirittura sognato il matrimonio. Sono stati insieme cinque anni, poi, però sono andati in crisi. In quel periodo, lui aveva cominciato a sfilare a livello locale e questo alla sua fidanzata propro non andava giù. E’ stato naturale che finisse tra loro. Tuttavia, mio figlio reagì da adulto. Insomma, ci rimase troppo male per quella fine.

La madre di Samuele ricorda anche quello che è stata la donna più importante della vita del figlio, Michela:

Quando sembrava che tutto fosse perfetto, ecco che, ancora una volta, l’ombra di quella maledizione si è fatta di nuovo avanti. Io non so ancora perchè Michela, nel 2009 lo lasciò, ma evidentemente erano arrivati ad un punto di non ritorno. Il giorno che Samuele me lo comunicò, io piansi disperata, mentre lui rimase immobile. Sembrava gli avessero tolto l’anima.

Gianna aggiunge:

Samuele è stato malissimo psicologicamente. Si era messo in testa che voleva riconquistarla, ma Michela non voleva più saperne. Per fortuna è arrivata in soccorso Maria De Filippi.

La signora difende il figlio dalle corteggiatrici che lo criticano di baciare tutte:

mio figlio non è cosi. Probabilmente sta tastando un pò il terreno. Prima o poi cederà e tornerà ad essere serio come è sempre stato. L’ho visto già preso da Annalisa. Ma sono solo supposizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>