X Factor 6, riassunto seconda puntata di casting: spiccano Arianna Salimata, Francesco Ferrara, Diamond Sister, Mara Sottocornola, Lucrezia Rossetti e Alfredo Bruno

di Giulio Pasqui Commenta

Come ogni giovedì, torna l’appuntamento con i talenti di X Factor 6. Dopo il successo della prima puntata dei casting, in questa seconda puntata sono andati in onda gli aspiranti talenti che si sono presentati alle selezioni di Roma e Bari.

E’ Arianna Salimata a rompere il ghiaccio. Arianna è una studentessa di 17 anni, è italiana, originaria della Costa d’Avorio. Per lei XFactor rappresenta un riscatto personale e un riscatto per i suoi genitori che stanno facendo molti sacrifici. Grandi elogi da parte della giuria, lei si commuove. Quattro sì super meritati per lei. Bravissima!

I casting proseguono con Mimosa Campironi, una studentessa di 25 anni. Mimosa aveva smesso di cantare perché maniaca della perfezione, è tornata a far musica solo dopo la morte del padre. Canta “La prima cosa bella”. Elio: “Non mi hai convinto, ma il pubblico ha apprezzato”. Anche Simona non è convinta. 3 sì per lei, solo Simona la boccia con un secco no. Passa il turno.

E’ il turno di Roberto Perna, nella vita fa il “fisioterapista in giacca e cravatta”. Crede di avere l’XFactor nell’abbigliamento. Se lo dice lui. Canta “La differenza fra me e te”. L’esibizione non è delle migliori: il pubblico lo fischia, Morgan in giuria sghignazza. No di Elio e Simona Ventura; sì di Morgan ed Arisa.

Per la serie talenti incompresi, ecco Gianluca Genovese, 18 anni, istruttore di karate. Canta una canzone di Eros Ramazzotti. Simona Ventura: “Vuoi farti denunciare da Eros?”. Torna a casa con 4 no.

I talenti incompresi (e delusi dal responso della giuria) continuano con Nicoletta ed Erika, che compongono il duo Amanda. Si presentano con due parrucche per “creare atmosfera” e propongono “The edge of glory” di Lady Gaga. Anche loro non spiccano per bravura: sono due macchiette.  Simona: “Avete fatto di tutto per farvi fischiare dal pubblico”. Anche per loro 4 no.

Ma il più incompreso di questa puntata resta Luca Legato, impiegato ventottenne. Canta “Mezzogiorno” di Jovanotti: il suo “beibeeee” passerà alla storia. Ovviamente torna a casa con 4 no pure lui.

Tocca a Francesco Ferrara, diciassettenne dalle idee chiare: vuole essere un “eroe da palcoscenico”. La sua energia mette tutti d’accordo e passa alla fase successiva.

Si prosegue con le Diamond Sister, tre sorelle che “vogliono spaccare tutto”. Propongono la loro versione di “Single ladies”. Sono determinate con una voce pazzesca. Quattro sì per loro.

I casting baresi continuano con Fernando Cozzolino, un pallavolista che vuole “iniziare a vivere con il canto, visto che fino ad adesso ho sopravvissuto” e, soprattutto, vuole dimostrare il suo talento a suo padre che non crede nelle sue doti. Canta “Tengo la camisa nera”. Fernando sa di non aver fatto una bella esibizione e chiede di poter cantare un brano a cappella: Simona si oppone alla sua richiesta mentre Arisa glielo consente. Ma non va meglio. Morgan commenta: “Sei uguale a Marco Mengoni. L’hai studiato a tavolino. Devi demengonizzarti”. No di Simona, Elio ed Arisa, sì (a sorpresa) solo di Morgan.

E’ il turno di Mara Sottocornola, 26 anni. Canta “Dancing” di Elisa. Mara ha un grande talento, emozionante. Standing ovation per lei. Morgan: “Sei un bel personaggio, pulito e fresco. Hai la voce che cerchiamo”. Ovviamente torna a casa con 4 sì. Ricordatevi di lei.

La nuova aspirante popstar è Carmen Serra, 34 anni. Nel suo curriculum c’è già il musical “Vacanze romane” ed un album pubblicato nel 2010. Appena sale sul palco Arisa la riconosce e dice: “Ma sei famosissima a Roma!!”. Si pone subito male nei confronti dei giudici, che la prendono in antipatia. Morgan: “Sei antipatica, ma non canti male”. Simona: “L’umiltà è la prima cosa”. I giudici la massacrano. Sì di Morgan, Arisa e Elio; no di Simona.

I casting proseguono con Alessandra di Girolamo. Lei pensa di avere l’XFactor ed ha deciso di presentarsi per dimostrare al suo fidanzato che non è una “sfigata” come dice lui. La giuria la premia con quattro sì. La rivedremo ai Bootcamp.

Lucrezia Rossetti è la nuova aspirante popstar. Si presenta ad XFactor per respirare (!). Per lei “l’arte è un tentativa di fuga dalle realtà che ci circondano”. Parla come una filosofa. Canta “Videogame”. Arisa: “Ti vedo finta e saccente, però sei stata soddisfacente”, lei dice che si sbaglia. Comunque passa ai Bootcamp con quattro sì.

Passano con 4 sì anche Antonella Giusti, colf di 37 anni ed il giovane Nicola Aliotta.

I casting baresi proseguono con le Proys Destination, ovvero Silvia e Giulia, due gemelle molto diverse fra loro. Con “Il mare d’inverno” convincono la giuria e passano alla fase successiva con 4 sì.

Si prosegue con Francesca Lovino, ma Devia è il suo nome d’arte. “Ho l’X Factor e ve lo farò vedere” promette alla giuria. Sì di Simona ed Arisa; no di Elio e Morgan.

Finiti i casting a Bari, i giudici si spostano a Roma per andare a caccia di nuovi talenti. Il primo “romano” ad esibirsi è Gianluigi, un simpatico agente di commercio. Canta “Ai uant ciu be frii”. Non passa.

Si prosegue con Daniele Bernasconi, diciottenne dai denti grandi (cit. Elio). Prima del provino non vede l’ora di incontrare Simona “Venturi” ed “Elio delle storie tesi”. Canta gli One Direction. Sì solo di Elio.

Tra i tanti aspiranti ascoltati spicca Alfredo Bruno. Lui vuole “rompere il cu*o alla giuria“. E ce la fa: promosso con 4 sì.

La nuova aspirante concorrente è Giulia Spanò, studentessa di 16 anni. Spera di avere il fattore x. Canta la Morisette. No di tutti i giudici, torna a casa. La mamma la sgrida: “Giulia ti sei presentata proprio male”.

Giulia era l’ultimo talento di questa puntata. L’appuntamento è per giovedì prossimo con i Bootcamp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>