Amici 10, Vito Conversano a Mondoreality: “La mia vittoria? Far ricredere chi mi dava, ogni volta, delle critiche negative”

di Sebastiano Cascone 2

Foto: AP/LaPresse

Abbiamo intervistato Vito Conversano, finalista di Amici 10 per la categoria danza.

Ciao Vito. Puoi farci un tuo bilancio di quest’anno scolastico?

E’ stato abbastanza complesso rispetto agli altri anni. Abbiamo sudato molto di più. Personalmente sono riuscito a farmi valere, imponendomi nel ballo ed arrivando fino a questo punto. E’ stata anche una vittoria quella di far ricredere chi mi dava, ogni volta, delle critiche negative.

Come hai vissuto l’ultima puntata del serale?

Inizialmente con un pò d’ansia, come di consueto. C’era adrenalina, un senso di timore dovuto al fatto di non ricordarsi alcune coreografie (nella sola puntata di ieri ne abbiamo preparate 15-16) di diverso stile. E’ stato molto complicato prepararsi mentalmente a tutto questo. Ma poi pian piano, ho saputo recuperare bene nel corso della serata. Ho avuto tantissimi complimenti. Mi sono divertito davvero tanto e non ho mai avuto la sensazione di vincere. Son contento così e che sia finito tutto nel migliore dei modi possibili. In fondo, la mia più grande soddisfazione è che sono entrato il 2 ottobre ed uscito il 6 marzo, vivendo a pieno l’esperienza di Amici fino alla fine.

Speravi di vincere il programma?

No. Nel corso delle varie puntate del serale, non mi aspettavo grandi cose. Mi impegnavo, lavoravo senza pensare particolarmente alle conseguenze. Non nego che l’ambizione ci sia sempre. Ovviamente il mio obiettivo principale è quello di guadagnare un contratto lavorativo, però tornando indietro non mi aspettavo di raggiungere nemmeno un simile traguardo. Quando è arrivato, non ho trattenuto la gioia e mi sono goduto quello che ho ricevuto. Non mi aspettavo di vincere… era quasi un presentimento. Ripercorrendo la storia del pomeridiano, è facile notare che non sono mai stato alto al televoto. Ho dovuto recuperare tanto e ringrazio il fatto di essere stato giudicato da una commissione esterna che ha saputo mettere in luce il mio talento agli occhi del pubblico che mi guardava da casa. Se fosse dipeso dal televoto, sarei sicuramente uscito molto prima.

Come hai preso la vittoria di Denny?

In realtà, credevo vincesse Giulia non Denny. Quando ho visto la carta col suo volto, non mi sono meravigliato più di tanto. E’ un ragazzo che merita tanto quanto noi. Ha avuto un trascorso molto difficile, stava per lasciare la danza, progettava di fare altre cose prima di entrare. Io ho accettato il verdetto e gli ho fatto i miei complimenti, dicendogli che se li meritava. Io ho avuto la mia personale vittoria, quello di fare un percorso bellissimo e di uscire con un contratto di lavoro, cosa molto più importante.

Dispiaciuto per non aver tagliato il traguardo finale assieme a Debora?

Molto. Siamo arrivati assieme ai provini alla continua ricerca di lavori nel campo della danza. Giriamo il mondo e facciamo sempre tante tappe assieme. Speravamo di trovare qualcosa che ci tenesse più vicini. Essere presi entrambi, è stata una grande felicità. Vivere un’esperienza del genere, assieme 24 ore su 24, quasi come se si convivesse con una persona, aiuta a conoscersi a 360 gradi. Mi ha aiutato a conoscerla in questo nuovo ambito, sia dal punto di vista lavorativo che da quello umano. L’unica cosa che mi è dispiaciuto, è che lei non si è potuta godere la finale poichè ritengo che ci siano alcune persone che se la meritava di meno. Secondo me, è stata buttata fuori ingiustamente rispetto ad altri elementi più deboli.

Qual è il tuo prossimo obiettivo come danzatore?

E’ quello di ritornare a fare quello che facevo prima di Amici. Voglio fare una lunga gavetta e crescere nell’ambito teatrale. Sono un danzatore prettamente di teatro e la televisione mi potrebbe riguardare solo al 50%. Io ho usato Amici come step per garantirmi un futuro migliore. Sono felice di aver ricevuto il contratto con l’English National Ballet, che generalmente non viene dato a tutti. E’ classicissimo e rispecchia il mio percorso di danza. Spero di farmi strada in questa compagnia e perchè no, diventare solista o principal dancer. Ce la metterò tutta. Tutto può accadere. L’ambizione, un pò come la speranza, è l’ultima a morire.

Commenti (2)

  1. grande Vitooooo!!! in bocca al lupo per la tua carriera che, sono sicura, sarà fantastica!!!

  2. anke io ti faccio i miei migliori auguri.forza vitoooooooooo e l’abbraccio fra vito denny e giulia è stato fenomenale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>