Amici 11 daytime 22 marzo 2012: Carlo al serale

di Redazione 3

Il daytime di Amici di oggi inizia con Carlo, che dopo essersi esibito ieri davanti a Grazia Di Michele, si sottopone ad alcune domande della sua insegnante. Il cantante ritiene l’ingresso al serale una soddisfazione per il percorso svolto finora e afferma di essere più pronto solo rispetto a Ruben. Carlo torna in sala relax senza avere una risposta. Arriva il turno di Ruben: il cantante si esibisce in Yesterday dei Beatles.

Grazia Di Michele, al termine dell’esibizione, pone le stesse domande a Ruben: per il cantante, entrare al serale significherebbe cambiare stile di vita e una soddisfazione per lui e per chi gli sta vicino. Secondo Ruben, il cantante dovrebbe essere scelto rispetto a Carlo e Ottavio, perché lui vive per cantare. Anche Ruben ritorna in sala relax.

Prevedibilmente, arriva il turno di Ottavio: il cantante si esibisce in Feeling good. Dopo l’esibizione, anche Ottavio risponde alle domande, affermando che entrare per lui rappresenterebbe un sogno che si avvera. Ottavio vorrebbe essere scelto anche per la sua professionalità e serietà. Con molta sincerità, Ottavio, se fosse al posto della sua insegnante, si sceglierebbe.

I 3 cantanti raggiungono lo studio: Grazia ha scelto Carlo perché ha voluto aiutare volutamente il cantante che avrebbe avuto maggiori difficoltà ad accedere al serale. Anche per Carlo, quindi, c’è il jingle e la maglia del serale. Ottavio e Ruben rientrano in sala relax e gli altri accolgono la notizia con un po’ di stupore. Dopo un po’ rientra Carlo e viene festeggiato dai compagni.

Parlando con Marco e Claudia, però, Stefano si sfoga e non usa mezzi termini: Carlo al serale è un posto sprecato. Successivamente, vediamo il profilo di un altro big: Pierdavide Carone. Rivediamo il suo percorso ad Amici fino al successo a Sanremo come autore di Per tutte le volte che di Valerio Scanu e degli album Una canzone pop, Distrattamente e Nanì e altri racconti.

Commenti (3)

  1. Sono felicissima della scelta fatta da Grazia, altrimenti per Carlo non ci sarebbe stata strada!!! Carlo è inviso dagli altri due maestrucoli, che purtroppo si sentono surclassati dalla sua parlantina sciolta e dal suo sapere. La Maionchi, simpaticissima fino a che non è entrata a far danni ad Amici ,con due vaffan’ o cazzi vari risolve il problema, ma lo Zerbi da vera vipera soffiante con Carlo ce l’ha da lunga data e non l’avrebbe fatto passare nemmeno a costo di un occhio!!!! Per quanto riguarda lo studentello Stefano autore di un LIBRO solo, (le altre canzoni sono da diarrea) può raccontarsi tutto quello che vuole, l’invidia è una brutta bestia e lui ne è pervaso in toto!!!

  2. @ ANNIKA:
    Condivido appieno su tutte le tue considerazioni aggiungendo però che quest’anno lo spettacolo è deludente sia per prof. che per allievi. Io tifo per Ottavio comunque

  3. Concordo appieno con tutta l’analisi di Annika. Spero che, oltre a Carlo, passi anche Ottavio: i due se lo meritano appieno!!!
    Stefano è un finto buono, ma per chi sa leggere oltre le apparenze è palese l’invidia e la furbizia; a proposito, com’è che parla alle spalle? Non era uno di quelli che quando Carlo aveva parlato di ipocrisia aveva gridato ai quattro venti la sua onestà nel dire le cose in faccia?
    E sono d’accordo con l’analisi di Zerbi eMara, nel senso che fanno danni! Se amano la musica e decidono di mettersi al suo servizio, devono riconoscere la bravura ed il talento al di là dei gusti personali. Ad esempio, io amo il Soul e prediligo Aretha Franklin su tutti, ma non mi permetterei mai di mettere in dubbio il talento e le capacità di che si esprime in altro genere solo perchè non è il mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>