Amici 11, Gerardo Pulli: “Ho vissuto l’ultimo confronto con Ottavio e Carlo come una possibilità di cantare”

di Redazione 2

E’ uscito, oggi, in tutti i negozi il primo cd di Gerardo Pulli, vincitore dell’undicesima edizione di Amici. A Tgcom24, il giovane cantautore ha rivissuto le emozioni della finale dove ha battuto Carlo Alberto e Ottavio:

Non ero e non sono contro nessuno, mi sono sempre fatto gli affari miei e non ho vissuto l’ultimo confronto con Ottavio e Carlo come una sfida ma come una possibilità di cantare. Ero solo molto emozionato e per niente nervoso. E’ stato bellissimo cantare ‘Chiamami ancora amore’ di Vecchioni, sono parole bellissime.

Gerado ha spiegato il proprio rapporto con la televisione:

In passato ero molto critico e presuntuoso nei confronti della televisione. So di non avere un carattere facile. Dopo l’esperienza di “Amici” ho capito molte cose e non è vero che la tv è solo negatività. “Amici” trasmette valori sociali importanti: se vuoi una cosa e la desideri veramente, la ottieni. C’è sempre un lato A e un lato B delle cose. Ad esempio ‘La prova del cuoco’ sembra un programma per casalinghe disperate e invece una ricetta cucinata da una madre può essere momento di aggregazione familiare. Scriverò un libro su questa mia riflessione che si intitolerà ‘Vi farò ricredere’.

Il rapporto con Valeria Romitelli procede tra alti e bassi anche al di fuori del talent show:

Sono fatto male, lo so. Nella casetta eravamo sotto stress, la pressione psicologica intorno era notevole. Se ho un problema mio, personale, lo riverso su coloro che mi stanno vicino. E’ successo che discutessi con mia madre e nel caso di “Amici” ho avuto degli scontri duri con Valeria, anche se lei non c’entrava nulla.

L’interprete, impegnato nella promozione del cd, non esclude la possibilità che possa continuare gli studi:

Frequentavo il quinto anno di Liceo Scientifico. L’istruzione è una responsabilità e non ha senso mirare solo al titolo di studio. Comunque penso di rifare l’anno. In ogni caso all’Università farei Filosofia.

Commenti (2)

  1. Ogni volta che Gerardo viene definito “cantautore” mi sento male…

  2. @ Elena:
    Voleva cantare?,…forse intendeva dire, gracchiare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>