Amici 20 ottobre 2008, Leonardo Marki Monteiro vince la sfida

di Diego Odello Commenta

Prosegue la registrazione dello speciale di ieri. La puntata si apre con un breve riassunto della vicenda, che ha coinvolto Domenico e la Celentano. Quest’ultima dichiara di non capire l’opposizione di Palma che per primo ha vissuto una situazione analoga lo scorso anno: “Sembra quasi una ripicca nei confronti della trasmissione che quando è successo a te non ha preso provvedimenti”. “No” spiega lui “è solo che non approvo una punizione così netta e cattiva. Un mese a casa no!”. Anche Garrison è d’accordo con Fabrizio.

E’ il momento della sfida per il banco di danza tra l’alunno Leonardo e l’esterno Tommaso. Il giudice è Andrè De La Roche. I ballerini si esibiscono nei loro cavalli di battaglia, poi nell’assolo di Steve (con cui Leonardo ha trovato grande difficoltà durante la settimana), infine nel passo a due di Garrison. Arriva il verdetto: Leonardo viene giudicato molto dotato, ma non ancora capace di controllarsi del tutto; Tommaso invece ha buona energia. In ogni caso la vittoria è di Leonardo che rimane nella scuola.

Si parla quindi della proposta avanzata da Daniela di sostituire Alessandra nella prossima sfida. La commissione si dichiara disposta ad accettare, ma solo nel caso in cui Alessandra sia prima nella classifica di gradimento e per questo insfidabile. La ragazza è al decimo posto per cui dovrà sostenere la sfida con Alessia (che ha già conosciuto durante i provini).

Luca Zanforlin mostra la classifica: i primi tre posti sono occupati da Valerio, Serena e Adriano. In ultima posizione Martina.

La Celentano non riesce a mandare giù il fatto che Domenico sia rimasto per ora impunito: chiede allora di poter riprendere il discorso con gli altri professori in una sede diversa. La proposta viene accolta in modo da poter trovare una soluzione che metta d’accordo tutti. “Non è giusto che finisca così!” sentenzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>