Amici 8: la puntata di sabato 1 novembre – sfidabili Andreina, Valerio, Silvia e Alice

di Redazione Commenta

I professori hanno deciso che spetterà a Valerio cantare la sigla, ma la decisione definitiva dipende dalla prova di oggi: se andrà male la proverà Mario e se anche quest’ultimo dovesse fallire la parte da solista tornerebbe a Luca. Parte quindi la sigla.

Vessicchio pensa che Valerio avrebbe potuto fare di meglio (“Qualche volta sei molle, sembri calante… anche il modo in cui ti muovi non è il massimo… sembra che stai passeggiando!”) ma vuole dargli la possibilità di cantarla domani in diretta. Secondo Grazia, Luca ha una personalità molto più spiccata ed è più portato per fare il solista rispetto a Valerio, ma tutti i professori di canto sono unanimi nel dare al ragazzo un pò di fiducia.

Cominciano le verifiche che stabiliranno quali ragazzi potrebbero andare in sfida mettendo a rischio il loro posto nella scuola. Si esibiscono i ragazzi della Luna. Parte proprio Valerio e la maggioranza dei professori è d’accordo per mandarlo in sfida. Lui non se l’aspettava e non pensa che una sfida, soprattutto estemporanea, gli possa essere utile.

Anche Andreina rischia di andare in sfida. Maura la esorta a tirare fuori la sua grinta e Steve e Garrison sono d’accordo sul fatto che la sfida possa farle solo bene. 

Tocca a Pamela che riscontra alcuni problemi con il brano “Insieme a te non ci sto più” e viene quindi giudicata sfidabile. Zanforlin ne approfitta per tirare fuori le divergenze tra la ragazza e Jurman: si parla quindi dell’ultima interrogazione. Da ciò ne nasce una piccola polemica. La Scalise è del parere che alla fase di studio del brano deve seguire una fase di interpretazione personale e chiede a Jurman se copiare la versione originale, riproducendola fedelmente, sia solo un’esercizio o se invece è parte integrante del processo didattico. Per Jurman si tratta di un lavoro fondamentale che insegna all’allievo le direttive che gli consentono di seguire la strada giusta.

Pamela e Martina sostengono la Scalise e pensano che non sia giusto seguire per forza le chiavi di lettura di Jurman, visto che l’interpretazione e le emozioni sono un qualcosa di assolutamente personale. Grazia Di Michele parla dell’importanza della libertà interpretativa e Jurman ribatte che si, il fine ultimo dell’artista è quello di comunicare le proprie sensazioni, però prima deve necessariamente acquisire i mezzi per farlo bene. Anche Zanforlin crede che i ragazzi debbano avere la possibilità di scegliere, dal momento che ogni maestro, utilizzando un proprio metodo, fornisce indicazioni differenti rispetto agli altri.

La commissione rende sfidabile anche il cantante Francesco. A questo punto, l’ultima parola spetta ai ragazzi. Andreina, unica ballerina, è automaticamente sfidabile. Tra Valerio, Pamela e Francesco, i compagni scelgono Valerio che, però, se dovesse essere di nuovo primo in classifica, potrà sottrarsi alla sfida.

La squadra della Luna esce dallo studio ed entra quella del Sole. Angelo, dopo un’esibizione molto divertente viene salvato. I professori di ballo sono d’accordo affinchè Alice possa affrontare la sfida. La ragazza, che durante la settimana ha avuto alcune difficoltà soprattutto nel pezzo di Steve, si dichiara felice di affrontare la sfida ma, allo stesso tempo, è consapevole di avere dei limiti. Gli insegnanti parlano del fatto che Alice si dimostri più sicura di quanto non lo sia in realtà. Maura, le chiede se anche lei, come Adriano, si senta un pò svalutata, e Alice conferma che le dispiace sentire che, secondo la sua maestra, nella classe non ci sono ballerini di hip hop.

L’ultima ad essere giudicata è Silvia. Tutti pensano che la sfida sia propedeutica e che la possa aiutare a superare l’ansia. La ragazza con grande sincerità dice che non se l’aspettava e che non le fa piacere andare in sfida, anche perchè teme che l’ansia, anzichè diminuire, possa raddoppiare.

Essendo le uniche per le loro categorie, sia Silvia che Alice sono automaticamente sfidabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>