Amici 8: sabato 22 novembre 2008 – sfidabili Serena, Pamela, Mario, Domenico e Alessandra – 2 punti di vantaggio per il Sole

di Eleonora Amadori Commenta

Zanforlin annuncia ai ragazzi che oggi ci saranno delle comunicazioni importanti per molti di loro, ma ancora non può fare nomi… indica solo Adriano come uno di questi… Pamela e Francesco si propongono per provare la sigla e la commissione si esprime a favore della ragazza. La prova di Pamela, però, non è soddisfacente. Grazia suggerisce di farla provare anche a Francesco a fine puntata e, nel caso in cui vada male, di farla cantare di nuovo a Luca.

Si parte con un rvm che riguarda appunto Adriano, dopo che Pedro gli aveva chiesto delucidazioni relative ai criteri con cui i professori decidono chi rendere sfidabile. Nel filmato Adriano scherza sul fatto che i professori trovino ogni scusa per mandare in sfida qualcuno (“Perchè sei pronto, perchè non dai abbastanza, perchè sei moro, perchè sei biondo!”).

Per la Celentano, dietro alle battute divertenti di Adriano, si celano delle allusioni pesanti, quasi a voler mettere in dubbio l’obiettività della commissione. “Poi tu non sei mai andato in sfida… forse perchè rischieresti di uscire… non ti viene in mente che qualche criterio lo usiamo?!” gli chiede la Celentano. Adriano dice che la sua era solo una battuta e che non voleva assolutamente essere una mancanza di fiducia nei confronti degli insegnanti. Anche oggi, in ogni caso, Adriano non è sfidabile…

Cominciano le verifiche per la squadra della Luna. La prima è Serena. “Metti la maglietta dentro i pantaloncini, che non si può vedere la pancia che esce!” la sgrida la Celentano. Dopo l’esibizione di Serena, viene mostrato un rvm che riprende lo sfogo della ragazza in seguito al suo esame di sbarramento. In particolare Serena parla della prova di hip hop, valutata da Maura gravemente insufficiente. Serena contesta il giudizio dell’insegnante, nonchè il parere di Maura circa la sua presenza scenica“Dice che non sono scenica! Che mi venga a vedere quando ballo in teatro!”.

Maura le risponde che il gravemente insufficiente riguarda tutte quelle problematiche di cui le ha parlato dopo lo scrutinio e che in ogni caso non può mettere in discussione il suo metro di giudizio. A proposito della presenza scenica Maura le spiega che è qualcosa di innato, che si manifesta anche quando si sta seduti o si parla o si cammina: “Ad esempio Adriano ha un carisma spiccato… anche Pedro secondo me”.

Serena non è d’accordo, poichè è convinta di avere una grande presenza scenica, proprio come le hanno sempre detto al di fuori. Interviene la Mari: “Tu sei molto brava a ballare, sei presente fisicamente… ma qui si parla di espressività dello sguardo!”. Per la Celentano, Serena ha molta personalità, ma deve ancora imparare a tirarla fuori. In Adriano invece non la vede: “Per me è sempre uguale in tutto quello che fa!”.

Alla fine i professori decidono di mandare in sfida Serena.

Valerio è nei guai: Garrison è molto deluso dall’atteggiamento che ha dimostrato durante la settimana, evitando di impegnarsi nella coreografia preparata dall’insegnante in cui dovevano cimentarsi tutti gli uomini di entrambe le squadre. Garrison vorrebbe che, per punire Valerio, la prova saltasse per tutti. Il ragazzo si giustifica spiegando di essere stato molto demoralizzato per via dell’uscita di Carlo (“Non c’ero proprio con la testa”).

Zanforlin chiede se si può vedere comunque una dimostrazione della coreografia. Francesco e Mario non sono entusiasti di provare perchè hanno paura di far fare brutta figura a Valerio. “Non che loro siano dei ballerini eccezionali…” commenta Scanu. Per Garrison non c’entra la bravura: è soltanto questione di impegno.

Effettivamente l’esibizione è imbarazzante e Garrison la interrompe ancora prima che sia finita. Inoltre chiede alla commissione di penalizzare l’intera squadra della Luna, dando al Sole 2 punti di vantaggio nella sfida a squadre. I professori di danza sono tutti favorevoli alla proposta, quelli di canto un pò meno perchè pensano che 2 punti siano troppi e che non sia giusto punire tutti i membri della squadra. Tuttavia la maggioranza appoggia la mozione di Garrison. A Martina sembrano eccessivi 2 punti di penalità (“E’ quasi come partire sconfitti!”) ma i professori sono del parere che solo così i ragazzi possano veramente imparare qualcosa.

Continuano le verifiche… Pamela esegue “Invece no” e la commissione la rende sfidabile. Quindi tocca a Mario che, dopo aver cantato “Your song”, viene mandato in sfida. Se la squadra della Luna dovesse perdere, andranno in sfida Serena, Pamela e Mario. Pamela non riesce a resistere al richiamo delle polemiche e pensa che, in fondo, Adriano un pò di ragione ce l’abbia quando dice che sia che fai bene sia che fai male ti mettono in sfida (“Questa settimana, pur avendo tirato fuori quel qualcosa in più, mi avete comunque mandata in sfida!”). Palma le fa notare che le sue esibizioni di oggi (tra cui la sigla) sono state deludenti e si dimostra un pò scocciato per questa malfidenza generale nei confronti dei loro criteri di giudizio. Per la Celentano e Jurman è grave mettere in discussione la loro obiettività. Interviene Vessicchio: “Non è che voi studiate per evitare la sfida… ormai vi preoccupate solo di quello… ma la sfida tocca a tutti, che lo vogliate o meno!”.

La squadra della Luna esce per fare posto a quella del Sole. Zanforlin fa notare ai ragazzi che il tabellone dietro di loro segna 2 punti di vantaggio per il Sole e gli spiega quanto accaduto con Valerio. Loro la prendono molto bene e applaudono contenti. “Non è corretto però applaudire” li ammonisce Garrison. A Gianluca non piace l’idea di partire con un margine di vantaggio piuttosto consistente e Garrison ribadisce che la decisione è dovuta alla gravità del comportamento di Valerio.

Rimane poco tempo: velocemente si esibiscono Domenico e Alessandra, giudicati entrambi sfidabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>