Ballando con le stelle 8, Claudia Andreatti a Mondoreality: “Sogno di diventare una brava conduttrice”

di Sebastiano Cascone 3

Abbiamo intervistato Claudia Andreatti, tra le protagoniste dell’ottava edizione di Ballando con le stelle in gara con Samuel Peron ed eliminata sabato scorso.

Battuta da un osso duro come Lucrezia Lante della Rovere. Soddisfatta del tuo percorso fino ad oggi?

Posso ritenermi più che soddisfatta. Sono praticamente partita da zero con il ballo (e lo sport in generale) e sono riuscita ad arrivare fino alla quarta puntata. Lo ritengo davvero un grande successo. Avrei voluto sicuramente continuare ma già domani c’è il ripescaggio e, quindi, non si molla. Ci stiamo allenando duramente. Poi, ho sempre detto che in finale avrei voluto Lucrezia… quindi uscire momentaneamente dal gioco contro di lei è stata una doppia soddisfazione. E’ una donna che stimo, una grande professionista. Ricordo che siamo qui per divertirci, imparare a ballare e il gioco va oltre. Siamo un gruppo molto affiatato e ringrazio Milly che gestisce tutto al meglio e cerca di farci sentire forti per nostre qualità e singole caratteristiche.

Nel corso della terza puntata hai buttato fuori un mostro sacro come Gianni Rivera col 75% delle preferenze…

Mi sono quasi sentita un po’ in colpa. E’ stato un onore ma anche un onere. Ritrovarsi in sfida con un mito come Rivera e riuscirlo a mandare a casa non capita tutti i giorni. E’ una grande soddisfazione…

Tanto da inorgoglirti per il grande affetto dimostrato dal pubblico…

Assolutamente si. Lo considero una leggenda del calcio. Il fatto di essere stato sconfitto in questo gioco non andrà sicuramente ad incidere su quello che è stato Rivera, amatissimo da un sacco di fan e persone che lo seguono. Credo che la gente da casa abbia preferito me nel ballo, sicuramente, per altri motivi.

Come hai accolto la proposta di Milly?

La convocazione di Milly è arrivata nel corso di una giornatina abbastanza grigia. Stavo in Trentino dai miei genitori per riposarmi qualche giorno. Improvvisamente squilla il cellulare e addirittura non mi andava nemmeno di rispondere perché era un numero di telefono che non conoscevo. Poi, decido di accettare la chiamata e sento la voce di Milly. Inizialmente, pensavo si trattasse di uno scherzo poi, mi sono accorta che, in realtà, stavo parlando davvero con lei. Stavo quasi collassando quando mi ha proposto di far parte del cast di questa edizione. Tutto questo è accaduto tre giorni prima dell’inizio degli allenamenti. Sono stata reclutata in corsa. Non vedevo l’ora di iniziare. Ero eccitata all’idea di ballare.

Come è stato il tuo approccio con il mondo del ballo?

A livello teorico ho sempre voluto approcciarmi al ballo. La danza ti fa sentire bene, aiuta a stare meglio fisicamente e scoprire una formazione mentale che ti dà tanta energia. Mi rendo conto che, nel concreto, la situazione è ben diversa a causa della mia altezza sono un po’ ingombrante (ride, ndr). Non ho mai seguito corsi di ballo e nemmeno iscritta a scuole di danza. Fin dall’inizio, sono stata strafelice di buttarmi in questa nuova avventura. Poi, è stata abbastanza dura specialmente nel primo periodo perché mi rendo conto di essere stata scoordinata. Avevo poca consapevolezza del mio corpo. Adesso, sto cercando di mettere tutto in sintonia e armonia ma non è così facile. C’è tanta roba da imparare e tento di comunicarlo in modo aggraziato.

Come sei riuscita a trovare il giusto feeling con il tuo maestro, Samuel Peron?

Mi è piaciuto a pelle da subito. E’ stato un accoppiamento quasi perfetto anche caratteriale. Ci siamo trovati. Siamo entrambi due teste calde… è capitato che da dicembre si arrabbiasse spesso ma io incassavo perché sapevo di aver torto. Si lavora bene assieme per un fine comune… andare avanti, creare una bella intesa di coppia necessaria al di là della preparazione delle coreografie o memorizzare i passi.

Qual è stato l’apprezzamento più bello che hai ricevuto durante la tua partecipazione a Ballando?

Il complimento ricevuto da Carolyn Smith quando mi ha detto che non punto tutto sulla bellezza ma cerco di sdrammatizzare me stessa a prescindere dal fisico. Credo che riuscirsi a prendere in giro sia davvero importante.

Domani, primo turno di ripescaggio ad appena una settimna dalla tua eliminazione. Come ti stai preparando per il possibile rientro in gara?

Abbiamo ripetuto tutti i balli delle puntate precedenti. Il ripescaggio, questa volta, sarà una sorta di staffetta. La band suonerà un minuto di una canzone e noi dobbiamo capire il genere e iniziarlo a ballare rifacendoci alle coreografie delle scorse settimane. Se la giuria ed il pubblico da casa mi fanno rientrare in gara ho preparato il nuovo ballo ed ancora un altro per l’eventuale spareggio. Questa settimana, ho ripassato dieci balli tra cui il valzer e la samba. Un delirio… speriamo che non venga un minestrone (ride, ndr).

Che rapporti hai col web e il nuovo modo di interagire direttamente con i tuoi fan che ti sostengono in questa nuova sfida tv?

Da 24enne è anche normale che mi avvicini a questi mezzi di comunicazione ma mi rendo conto che, a volte, possano essere un’arma a doppio taglio. Bisogna saper gestire anche in modo costruttivo questi strumenti e trovarne dei lati positivi. L’abuso non va mai bene. Io, personalmente, uso Facebook, un po’ meno Twitter (perché più difficile da imparare), Msn, Skype per chattare con gli amici lontani… quando ho tempo.

Ora che stai imparando a ballare sogni un futuro da showgirl?

No… sicuramente non diventerò una prima ballerina o Carla Fracci. Sarà sicuramente una freccia in più al mio arco. Mi rendo che, grazie al ballo, sto imparando a muovermi in maniera più sinuosa davanti alle telecamere. Mi piacerebbe diventare showgirl ma bisogna fare i conti con i propri limiti. Non escludo che posso approcciarmi al ballo. Ho un grande margine di miglioramento ma la vedo dura (ride, ndr). Posso impegnarmi tanto ma credo che queste attività debbano essere iniziate da piccola… a 24 – 25 anni, non dico sia tardi ma sperare di diventare un professionista in quest’ambito, è davvero impensabile.

Cosa ti aspetti professionalmente dal dopo Ballando?

Progetti? Per ora, no. Ho imparato a vivere alla giornata perché se pensi troppo a delle cose magari corri il rischio che non si realizzino. Come è accaduto a Ballando la cui proposta è venuta come un fulmine a ciel sereno spero esca qualcos’altro ma senza insistere troppo. Il mio sogno finale è diventare una brava conduttrice… se arrivano progetti diretti verso quest’ambito le accetto volentieri per una mia crescita professionale.

Commenti (3)

  1. ciao seguo tutti i sabati ballando con le stelle perchè mi piace ballare!! Vorrei chiedervi gentilmente se un sabato di questi come BALLERINO DI UNA NOTTE ci sia FLORENCIA BERTOTTI sono una sua grandissima fans

  2. Adoro cla! Fantastica!
    Tranquilla… ben presto ti vedremo condurre su Rai 1!
    Ma per ora…

    ¡Baila bien y nos vemos en Rai 1! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>