Ballando con le stelle 9, Milly Carlucci: “Tutto dimostra che siamo in ottima salute, anzi, un prodottissimo”

di Redazione Commenta

Spread the love

In una lunga intervista a Il Corriere Della Sera, Milly Carlucci ha palesato le proprie preoccupazioni per una ventilata cancellazione di Ballando con le stelle (a causa dei tagli sul budget voluti da Lorenza Lei) dal palinsesto di Raiuno per la prossima stagione tv:

È giusto che il palinsesto di Rai1 venga rinnovato ogni anno, ma sono certa che l’azienda non voglia un distacco da Ballando con le stelle. Siamo il prodotto Rai di maggior successo dopo Sanremo e Fiorello che, in quanto eventi, non sono serializzabili. Tra le trasmissioni seriali siamo il più grande successo.

La popolare conduttrice non teme che il format possa risentire dei tanti anni di messa in onda:

Abbiamomantenuto lo stesso numero di spettatori dell’anno scorso. Nell’era digitale tutte le prime serate sono scese ben sotto il 20% di share: noi no. Quanto allo scontro fra titani (con Italia’s got talent), visto che c’era uno show più nuovo, la curiosità è andata lì. Ma noi abbiamo un pubblico assolutamente fedele. Siamo il programma con televoto che fa di gran lunga più incassi, abbiamo venduto pubblicità e telepromozioni a scatola chiusa, il nostro cd è stato un doppio disco di platino: tutto dimostra che siamo in ottima salute, anzi, un prodottissimo. Non a caso ci hanno anche chiesto di fare lo spin-off di sei puntate. Ho accettato di farne tre. Ma non si chiede a un programma non di successo.

Milly spera che l’allarme possa rientrare nel più breve tempo possibile:

Non voglio crederci. Il successo non è un’opinione. Il nostro show non vive di canone: siamo un prodotto che si autofinanzia e che ne finanzia altri. Abbiamo avuto un rilancio quest’anno, con un successo non paragonabile ad altri show con la nostra stessa storia. Tanto che sta già lavorando alla prossima edizione.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>