Ballando con le stelle, Lorenzo Crespi: “La mia carriera ha subito una pesante battuta d’arresto e in pochi mi sono rimasti vicino”

di Sara Bianchessi Commenta

 Molti si ricorderanno di Lorenzo Crespi per l’abbandono tra le polemiche di Ballando con le stelle, ma l’attore prima che cominciassero le difficoltà ha prestato volto e voce a personaggi importanti. A raccontare il periodo buio è lui stesso sulle pagine del settimanale Di Più a cui confida che in pochi gli sono rimasti vicino nella cattiva sorte. 

Improvvisamente la mia carriera aveva subito una pesante battuta d’arresto. So bene che la vita di un attore è fatta di alti e bassi: ci sono periodi in cui si lavora molto e altri più fiacchi. E poi io sono un viscerale, uno che dice pane al pane e vino al vino, e c’è chi pensa che abbia un caratteraccio. Fatto sta che mi sono trovato praticamente disoccupato, a terra. Avevo solo uscite e nessuna entrata.

Lorenzo racconta i suoi mesi più difficili:

Non potevo più permettermi di vivere a Roma, in un appartamento in cui pagavo circa tremila euro al mese tra affitti e spese. Ero sempre più preoccupato. Finché un giorno ho parlato con un mio amico d’infanzia di Messina, la città dove sono nato, e lui mi ha detto che poteva offrirmi una casa in affitto a poche centinaia di euro. Appena ho messo piede in Sicilia ho sentito subito di aver fatto un passo indietro nella mia vita. Ho lasciato chiuse negli scatoloni tutte le cose che raccontano la mia carriera.

Per fortuna nel mondo dello spettacolo non tutti lo hanno abbandonato:

Solo due amici nell’ambiente mi hanno aiutato. Lucio Presta e Bibi Ballandi mi hanno fatto partecipare a qualche programma e, con i compensi che ho percepito, ho tirato avanti. Però, non ho più avuto una continuità o un ruolo importante. Mi hanno offerto di partecipare come ospite al programma di Antonella Clerici…la mia esibizione ha avuto successo, Antonella mi ha fatto i complimenti e mi ha chiamato nuovamente per l’ultima puntata. Per me è stata una botta di vita, non smetterò mai di ringraziarla.Sto buttando giù l’idea per un musical in cui mi piacerebbe coinvolgere Michele.

Il mondo dello spettacolo non è tutto rose e fiori come potrebbe apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>