Cristiano Malgioglio su Mistero Magazine: “Lo spirito di Marylin Monroe ce l’ha con me”

di Redazione Commenta

Cristiano Malgioglio è tormentato da Marylin Monroe. La regina ha confessato il suo tormento alle pagine di Mistero Magazine. A quanto pare, l’attrice gli ha fatto dei dispetti: Il suo spirito ce l’ha con me. Analizziamo questo mistero subito dopo il salto.

Cristiano Malgioglio ha confessato, per un’intervista nella rubrica Esperienze, curata da Aldo Dalla Vecchia, di come la divina Marilyn Monroe l’avesse preso di mira e continuava a fargli dei dispetti. Si parla chiaramente dello spirito di Marilyn, definito da Mistero Magazine, come “burlone” di Marilyn Monroe.
A raccontare la sua esperienza è lo stesso Cristiano Malgioglio:

Ero a Ibiza, ospite nella casa di Marcella Bella, ricavata in un antico hotel che nella prima metà del Novecento era meta di molte star di Hollywood. Mi era stata assegnata la stanza che prende il nome da Marilyn Monroe perché la grande diva aveva a lungo soggiornato lì, al punto che ci sono ancora la sua sedia e il tavolino dove faceva colazione. Fin da quando sono entrato in camera ho provato una strana inquietudine: la luce andava e veniva, c’erano continui cali di tensione elettrica, le tende continuavano a spostarsi impercettibilmente anche se fuori non tirava un filo di vento. Io ho aperto la valigia e ho subito riposto le mie cose nell’armadio, innervosendomi perché non riuscivo a trovare una delle mie amatissime spalline, dalle quali sono inseparabile. Il mattino dopo ho preso il phon per asciugarmi il ciuffo e non appena l’ho acceso, il beccuccio è partito come un proiettile ed è andato a infilarsi sotto il bidet…Dove ho trovato la spallina perduta. Un piccolo episodio che non ha una spiegazione razionale ma che io ho interpretato come segno forte e chiaro della presenza di Marilyn, forse seccata dall’intrusione di un’altra “diva” nella sua stanza preferita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>