Emma Marrone, Cullami testo e audio

di Sebastiano Cascone 7

Si intitola, Cullami, il secondo singolo estratto da A me piace così in rotazione su tutte le emittenti radiofoniche da venerdì 19 novembre. Il pezzo è un’intima ballata che, accompagnata da un pianoforte avvolgente, attraversa gli stati d’animo di chi sogna l’eternità dell’amore. Ma la teme anche.

Dopo il salto, il testo e l’audio della canzone.

Capita di credersi una quercia
di una grande e ricca foresta
poi scoprirsi una pianta
in un giardino di campagna
capita di perdersi
anche quando si conosce
a memoria il percorso
e ritrovar la pace
solamente tra le braccia tue.
Cullami,
come hai fatto con le bambole
ti ricordi quelle favole
che mi raccontavi
quando io fingevo di dormire
la tua pancia piatta sulla mia
mi ritorna in mente la poesia
di una notte che cade
mentre il tuo sorriso splende
eternamente
capita di credere
di aver tutto a portata di mano
e invece no quello di cui tu
hai più bisogno
è al di là del recinto
capita di arrendersi
al ricordo di un amore negato
ma ora so
ritrovar la pace
solamente tra le braccia tue
Cullami
come hai fatto con le bambole
ti ricordi quelle favole
che mi raccontavi
quando io fingevo di dormire
la tua pancia piatta sulla mia
mi ritorna in mente la poesia
di una notte che cade
mentre il tuo sorriso splende
eternamente
e non c’è niente
che faccia male
ora che c’è amore
che mi raccontavi
quando io fingevo di dormire
la tua pancia bianca sulla mia
mi ritorna in mente la poesia
di una notte che cade
mentre il tuo sorriso splende
eternamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>