Daniel McVicar a Mondoreality: “E’ stato un onore essere un naufrago”

di Giulio Pasqui Commenta

L’hanno definito l’uomo coraggio di quest’edizione de L’isola dei famosi. Nonostante un mese prima della sua partenza per l’Honduras abbia perso in un incidente stradale il figlio ventiduenne Hank, l’attore hollywoodiano Daniel McVicar ha preso parte a L’isola 8.

Perchè hai deciso di accettare L’isola nonostante questa grave perdita?

Ho accettato a dicembre e avevo già accettato. Ne avevo dunque parlato con mio figlio Hank ed era molto entusiasta, molto contento. Volevo farmi conoscere come uomo e non come personaggio. Dopo la perdita di Hank ho parlato con l’altra mia figlia e mi ha convinto a partire. Ho portato sull’Isola una storia molto forte: è stata per me L’isola del coraggio. In Honduras ho trovato molta pace. Sono tornato a lavorare come fanno tutti: un mio amico carabiniere dopo un lutto deve tornare a lavorare dopo 10 giorni. Per fortuna non hanno strumentalizzato la mia storia.

Non ti abbiamo visto sorridere molto, però..

Il pubblico non mi ha conosciuto al 100%, non ha potuto vedere tutto quello che ho fatto. Sono stato più sorridente, ho portato molta gioia più di quanto si è visto in tv. Ma nel montaggio non c’era spazio e allora non hanno mai inserito il mio lato divertente.

E’ un’esperienza che rifaresti?

E’ stata un’esperienza molto bella ma non la rifarei perchè l’ho già fatta (ride, ndr). Per tirare le conclusioni di quest’esperienza devo metabolizzare e pensarci molto.

Durante la puntata di martedì sera ti sei presentato in studio a piedi nudi. Perchè?

A piedi nudi e con una corda come cintura. Per me è stato un onore essere naufrago. E’ stato un onore vivere una vita di base, cercare il cibo, prendere parte alle prove. Sono molto orgoglioso. Era un modo per fare un chapeau all’Isola.

Qual’è stato il momento più difficile che hai dovuto vivere in Honduras?

E’ stato quando abbiamo trovato il cibo nascosto ad Eleonora, era fuori dallo spirito del programma. Per me doveva essere squalificata. Era pesante quella situazione, sono stato triste quando abbiamo trovato il cibo nascosto.

La tua compagna Virgina cosa ti ha detto una volta tornato a casa?

Lei, anche se è dentista, è molto brava in tv (ride, ndr). Abbiamo parlato molto prima di partire per l’Honduras e lei mi ha sempre sostenuto perchè voleva che il pubblico mi conoscesse così come mi conosce lei. Lei mi definisce un uomo d’altro tempo. Sono molto orgoglioso e fortunato ad avere una donna così nella mia vita.

I tuoi colleghi di Beautiful hai avuto modo di sentirli?

Non ancora, ma loro sono amici. Sono la mia famiglia: ero a Beautiful ancora prima che nascesse Hank e quindi mio figlio era un pezzo della loro famiglia. Il giorno del funerale, hanno fermato la produzione per essere accanto a me.

Cosa mi dici di Eleonora Brigliadori? Non c’è stato un grande rapporto fra di voi.

Chi?

Eleonora.

Ho dimenticato, era un trauma (ride, ndr). Abbiamo avuto davante alle telecamere molti litigi, avevamo una filosofia diversa. Lei voleva creare un personaggio e voleva fare uno show; mentre io volevo farmi conoscere come persona. Sono molto orgoglioso del mio comportamento.

In una nostra intervista, Raffaele Paganini ti ha definito: moralista e falso. Cosa vuoi rispondergli?

Il gioco è finito. Non capisco perchè sta continuando a giocare. Io lascio il gioco indietro e non voglio giudicare nessuno a gioco finito.

Chi è il miglior naufrago?

Thyago. E’ una macchina da lavoro, lavora tantissimo ed è una persona molto educata e per bene.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>