Grande Fratello 9, 15 Aprile 2009: Gianluca chiede scusa a Ferdi per il gesto compiuto

di Redazione 2

I quattro finalisti sono contenti di essere arrivati al traguardo. Parlano fuori in giardino della lite di Francesca e Gianluca e Ferdi si lamenta del fatto che Gianluca abbia messo in dubbio la sincerità di Francesca e del loro rapporto.  Gianluca lo accusa di averlo tormentato con la sua storia e quella di Francesca e Ferdi sostiene di averlo fatto perchè lo reputava un amico.

A questo punto Ferdi si irrigidisce e lo accusa di essere stato falso all’interno della casa, e non soltanto con lui, ma con tutti, ed il suo autonominarsi è stata la prova lampante del fatto che Gianluca abbia giocato. Gianluca si infastidisce al punto tale da accusarlo di falsità, di non aver mai avuto il coraggio di tirar fuori il carattere,  e di voler vincere per le sue disgrazie e a causa del troppo nervosismo lo spinge in modo cosi forte da farlo quasi cadere a terra (gesto non giustificabile).A Pomeriggio cinque Monica ha sempre compreso la falsità di Gianluca, resa evidente dalla nomination che ha fatto di Vanessa andando contro quello che era uno dei suoi migliori amici all’interno della casa, cioè Alberto. Quest’ultimo pensa che Gianluca abbia commesso nei suoi confronti troppi errori, forse troppi, che però vanno al di là del gioco.

Vittorio pensa che il gesto di Gianluca è da condannare, ma il concetto espresso è giusto, in quanto Ferdi ha peccato spesso di vittimismo. Continua il chiarimento tra Siria e Monica, accusata di averci provato con lei, con  Vittorio e con Gianluca. Anche Vittorio dà man forte a Siria, e sostiene fortemente la sua tesi.

Cristina e Marcello hanno parlato con Gianluca, il quale continua a sostenere il suo pensiero nei confronti di Ferdi, ma Cristina non è della stessa opinione. Viene trasmesso l’RVM  in cui Gianluca chiede scusa a Ferdi, che accetta le sue scuse. Vittorio ed Alberto credono che le sue scuse siano sincere, ma per Monica non è cosi.

Commenti (2)

  1. fuori buffone…………gianlucagiuda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>