La Talpa: giorno 6 – La prova settimanale

di Redazione 2

Finalmente ci siamo: oggi è giunto il momento della prova settimanale. La missione, dimostratasi alquanto difficile, si è svolta nel deserto delle terre rosse. Luogo piuttosto impervio – sebbene particolarmente bello – tanto che, in confronto, la prova degli uomini fango e le condizioni in cui si svolgeva erano una passeggiata.

Ma andiamo con ordine e cominciamo dal viaggio: perfino questo si è rilevato impegnativo. Il camion su cui le potenziali talpe viaggiavano, purtroppo, ha bucato e si dovuto proseguire (per un bel po’!) a piedi. Giunti a destinazione, i ragazzi sono accolti dalla Barale che spiega loro le modalità di svolgimento della missione: si dovrà costruire un totem, trasportandone i vari pezzi, fino a completarlo. Il tutto in appena 15 minuti.

Anche Karina Cascella è stata ammessa alla prova, purtroppo però si è infortunata una gamba (se non altro ha potuto rivedere Sasà!). Alla fine, comunque, prova superata e 10.000 € incassati.

Il buon esito della missione porta i concorrenti ad interrogarsi sull’agire della talpa: evidentemente stavolta – sostiene Fiordaliso – pare aver fallito, oppure si è ben nascosta nella compattezza del gruppo, come afferma Cristiano Angelucci.

Intanto ci sono buone notizie per Clemente Russo: finalmente sono arrivati i guantoni, che però si trasformano in un vero e proprio giocattolo per tutti. Kamilia li usa per “picchiare” l’altro campione olimpico, Matteo Tagliariol, intanto Cristiano vuole assolutamente provarli subito…Alla fine, però, prevale la stanchezza, complice anche la tensione accumulata durante la missione.

Sulla strada del ritorno, tra l’altro, i ragazzi hanno parlato abbastanza anche del loro incontro con Karina che, intanto, sembra aver ritrovato stabilmente il sorriso dopo un ulteriore – ma comprensibilissimo – momento di tristezza per la sua separazione da Sasà.
La Cascella, rientrata nella capanna Zulu, “racconta” a tutti della prova settimanale. Dopo cena l’ex opinionista canta con la famiglia africana e insegna loro le nostre canzoni popolari. Adesso nonno Vi ha imparato “Ohi vita, ohi vita mia“. Karina aveva ragione: stanno diventando una cosa sola. Ma questo è l’ultimo giorno di isolamento.

Indizio del giorno: “qual è il tuo atteggiamento durante un litigio?”, “Resto in silenzio e al momento buono colpisco”. Di chi saranno queste parole?

Commenti (2)

  1. Karina Cascella a sto punto è meglio se si portava dietro un po’ di acqua benedetta..comunque il day time è veramente pesante e LENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>