La Talpa – Il punto della situazione a Questa domenica del 26 ottobre. La Camassa piange per Filippo, che andrà in Sudafrica per lei.

di Diego Odello 2

Al centro dell’approfondimento domenicale de La Talpa, a Questa Domenica, ci sono Pamela Camassa e Karina Cascella.

Prima di dare un’occhiata a ciò che è stato detto, vediamo cosa ha riferito in diretta Paola Barale (che dice di non voler lasciare il Sudafrica): l’inviata del reality, racconta di un allagamento della capanna Zulù, che ha costretto Karina a tornare per una notte in barca con gli altri concorrenti, di una Melita triste per via della partenza di Fiordaliso, di strategie nuove e sempre in evoluzione e di rapporti interpersonali intensi tra Natalia Bush e Franco Trentalance (lei fa la difficile, lui vuole andare al gioco) e più nascosti tra Melita e Tagliariol.

Kamilia Dupont parla degli attacchi di panico di Karina (per Meluzzi è solo una crisi isterica), poi, grazie ad una candid camerca, si scopre che lei pensa della Cascella che sia un’ignorante, che sia uno schifo che cammina coi piedi e che si copre a vicenda con i fratelli Angelucci.

Capitolo Filippo-Pamela: la Camassa piange, perché pensa che Filippo non la voglia più. Lei sostiene di amarlo e di dimostrarlo ogni giorno e di voler vincere per avere un futuro insieme. Filippo soffre, perché lei sta male, perché è stata fraintesa la sua lettera e perché non può stare con lei ad abbracciarla. Bisciglia la ama ed è venuto appositamente in trasmissione per dirlo e chiarire il fraintendimento. A fine puntata l’ex concorrente del GF, conferma di voler partire per il Sudafrica pur di poterla rivedere.

La possibile talpa? Secondo la Perego, Melita o Natalia, mentre per la Barale, Tagliariol e Trentalance.

Commenti (2)

  1. Quanto prende questa falsa testa di c$£o per apparire in TV triste e addolorato, pubblicizzando alla meglio il suo sponsor JONK 46???
    Azienda di me%£ come il modello che la rappresenta, facessero pubblicità chiara, negli spazi adatti e senza sfruttare il finto dolore!!!
    In che società di me$£a viviamo!!!

  2. @ amosgitai
    Ti ringrazio di esserti censurato da solo. Capisco il tuo senso di frustazione di fronte a cose simili. Certo, se tu avessi ragione (sinceramente ignoravo lo sponsor), sarebbe veramente triste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>