L’Isola dei Famosi 6: la quarta settimana

di Redazione Commenta

La settimana inizia con l’appuntamento serale, che vede l’uscita della super ospite Valeria Marini e l’ingresso ne L’Isola del naufrago Rossano Rubicondi,famoso per essere il marito di Ivana Trump. Rossano entra a L’Isola con i migliori propositi, tant’è che cerca di stimolare i suoi compagni (giù di corda) a reagire a questa situazione cercando di incitarli alla pesca, impresa altamente ardua, in quanto privi di esche (paguri) e di adeguati strumenti.

Contro Carlo ha perso la sfida Sonia Borgonovo e novità della puntata è stato l’inserimento di uno dei naufraghi (per questa settimana Massimo Ciavarro) nella nuova location de L’Isola, che è la spiaggia dei lavori forzati, in cui avrà il compito di legare cento metri di corda. Se riuscirà nell’impresa, anche il gruppo ne trarrà benefici, ma se non riuscirà nell’obiettivo, anche il gruppo verrà penalizzato e sembra quasi che il nostro leader morale stia per mollare. Ciò è evidente durante l’ultima prova ricompensa dove, incontratosi con gli altri naufraghi, Massimo si sfoga dicendo che non è più in grado di sostenere la nuova location, in quanto umida e piena di mosquitos. Ma i naufraghi criticano l’atteggiamento di Massimo, soprattutto Leonardo, secondo cui Massimo non s’impegna più nelle prove da una settimana a questa parte e questo è (a suo parere) sintomo di poco interesse nei confronti del gruppo.

Il vero leader e per la seconda settimana consecutiva (dopo aver sconfitto in finale Belen), è Alessandro Feliù, anche se Rossano non è molto concorde. La settimana è davvero povera di cibo e i naufraghi ne risentono molto di ciò. Fortunatamente, attraverso la prova ricompensa, i naufraghi riescono a guadagnare ventinove pesci, di cui mangiano la metà a cena, mentre il resto verrà usato come condimento per il riso.

Speriamo vada meglio la prossima settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>