Isola dei Famosi 8, 22 aprile: Daniele Battaglia fa una sorpresa ai quattro finalisti

di Redazione Commenta

Si avvicina l’ultima puntata de L’Isola dei Famosi 8 e la giornata dei famosi inizia con il caffè preparato da Laerte Pappalardo, in onore del padre, che aveva l’abitudine di prepararlo nella sua avventura da naufrago. Roberta Allegretti non si sente bene e la produzione manda un comunicato ai concorrenti con un compito importante: pulire Cayo Paloma e Playa Uva dalle tracce che hanno lasciato durante la loro permanenza.

I quattro finalisti: Giorgia, Thyago, Laerte e Roberta si godono gli ultimi momenti sull’isola: è tempo di bilanci e i quattro passano la notte ricordando i momenti più belli. La mattina dopo le due donne decidono di depilarsi le gambe per prepararsi al ritorno alla civiltà, Laerte si fa la barba mentre Thyago va a pescare.

La Palmas e la Allegretti preparano i cambi di vestiti per la puntata finale mentre fanno alcune ipotesi su chi potrebbe vincere L’Isola dei Famosi 8: mentre preparano il pesce Roberta vuole che la collega le insegni l’inno nazionale e Thyago si propone di insegnarle quello brasiliano.

Laerte torna dalla pesca a mani vuote e si gode la scena della non famosa che cerca di imparare l’inno ma pretende il fuoco perchè è tornato dalla pesca molto infreddolito per la mancanza del sole. Thyago prepara il caffè ma anche lui si sente male, forse pensano a qualcosa che hanno mangiato e che ha provocato dei problemi a tutti.

Intanto l’inviato Daniele Battaglia va a trovare i naufraghi con una sorpresa: i naufraghi devono assaporare i cibi che ritroveranno una volta a casa ovvero formaggio, birra, mortadella e le fragole che portano indietro nel tempo i quattro finalisti che riescono ad apprezzare al meglio le cose date per scontato nella vita di tutti i giorni.

La riflessione di gruppo porta i naufraghi a ritenersi molto fortunati di aver affrontato questa avventura, godendo di una libertà assoluta che poche persone possono dire di aver mai provato: in particolare Roberta, abituata a “vivere per lavorare” è riuscita a ritrovare se stessa, guardando alle cose essenziali della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>