L’isola dei famosi: giorno 68, l’ultimo!

di Azzurra Lorenzini 2

Ultimo giorno di permenenza a Cayo Paloma per i quattro fortunati finalisti. Belen, Carlo, Vladimir e Leonardo aspettano con ansia e con un pò di incertezza sul futuro il momento in cui abbandoneranno L’Isola.

La mattina concede ai naufraghi di godere di un bel sole. Carlo si commuove e Vladimir lo invita a non sprecare tutte le lacrime adesso!

Poi i finalisti decidono di prendere un caffè per brindare alla fine della loro avventura.

Belen sembra triste oggi e Vladimir le chiede se magari adesso non le dispiaccia abbandonare quell’Isola paradisiaca, ma la Rodriguez smentisce la supposizione dell’ex parlamentare: non vede l’ora di tornare a casa!

Le ore di attesa sembrano interminabili, fin quando Capponi non arriva in spiaggia urlando e gesticolando: “Venite! C’è un comunicato dalla produzione!“. Al che, tutti si precipitano, emozionati, a leggerlo. Ovviamente, la produzione comunica ai naufraghi che è arrivato il momento di lasciare Cayo Paloma. Tra pianti e manifestazioni di gioia, i quattro superstiti finiscono di raccogliere le loro cose.

Negli ultimi confessionali: Leonardo ammette di essere corso in acqua, non appena ha letto il comunicato; Belen sente invece un forte senso di liberazione e dichiara di essere felice come una bambina; Carlo ammette che adesso non ha neanche più paura delle onde alte, che prima lo terrorizzavano; per finire, Vladimir non sa se piangere o ridere, ma sa che quest’Isola la porterà per sempre nel cuore.

I naufraghi si allontanano con la zattera e con la mano salutano per l’ultima volta quell’Isola che così tante emozioni gli ha regalato, seppur per un breve periodo della loro vita!

Commenti (2)

  1. Finalmente e’ finita una delle stronsate che proponete in tv

  2. @ augusto:
    caro augurusto:
    1) perché proponete? Se fossi io a produrre L’isola ora sarei su qualche atollo a spassarmela invece che a rispondere al tuo commento 🙂
    2) I reality sono uno spettacolo quanto (purtroppo) le attuali manifestazioni sportive. Perché non appassionarsi per 70 giorni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>