Manila Gorio a Mondoreality: “Maria, voglio essere la prima tronista trans. Il mio flirt con Matteo Guerra è autentico”

di Redazione 1

Attivissima sul fronte reality, Manila Gorio è l’ideatrice e la conduttrice del The King of the night (il reality che vede protagonisti 16 ex tronisti) e de La Masseria (in partenza il 29 Settembre). Abbiamo fatto una bella chiaccherata con Manila, la quale invita Maria De Filippi a prenderla a Uomini e donne in veste di prima tronista transessuale.

Manila ci ha svelato, in esclusiva, le identità di qualche concorrente de La Masseria 2 e, infine, ha parlato per la prima volta della sua relazione con Matteo Guerra.

Come ti descriveresti ad una persona che ti conosce per la prima volta leggendo quest’intervista?

Per favore non mettiamo la parola transessuale, o meglio utilizziamo la parola transessuale, quando dobbiamo comunque distinguere il percorso personale di una persona, ma dev’essere positivo per presentare una ragazza che è diventata una nota conduttrice nel sud d’Italia ed è oggi un’imprenditrice di spettacolo. Guardiamo la persona per quello che è e non quello che rappresenta visto che i fatti di cronaca ci rappresentano sempre coi fatti dispregievoli (vedi il caso Marrazzo o il caso Lapo Elkann). Io rappresento tutta un’altra categoria, la transessuale per bene, un ragazzo che diventa una ragazza ma che ha una vita normalissima. Punto (ride, ndr).

A soli 28 anni sei il direttore artistico del canale Tele Regione, una bella responsabilità…

Devo chiaramente ringraziare il mio editore che mi ha affidato questo compito abbastanza arduo perchè l’emittente è, al momento, con Tele Norba il canale che tiene il potere del sud Italia. E’ un emittente che cresce sia in analogico, ma anche in ditigale: abbraccia Puglia, Calabria e Basilicata quindi una bella responsabilità. Le persone oggi dipendono da me, ma nel senso simpatico del termine: sono un direttore giovane, un pò diverso direi, ma non è una trovata pubblicitaria. I miei rapporti nella comunicazione, che comunque si sono costruiti negli anni, hanno fatto si che un editore serio abbia riconosciuto la mia capacità professionale aldilà del personaggio. Sono felice e in grande lavoro perchè stiamo finendo il palinsesto invernale, momenti di grande lavoro perchè stiamo decidendo dunque il futuro della nostra televisione.

Intanto sei molto attiva sul fronte reality, quale idea ti sei fatta su di essi?

I reality mi hanno dato una grande popolarità: ne sto producendo due contemporaneamente in questo momento, ma credo che dopo questi terminerò la produzione con i reality perchè voglio dedicarmi più al sociale e a qualcosa di più impegnativo. I reality sono comunque lo specchio dell’Italia. Tutti vogliono andare in tv e partecipare a quest’esperienza di vita che si chiama reality. Credo che l’evolunzione che ci mette di fronte una realtà nuova: prima si andava in tv per raccontare un problema, adesso il problema non lo raccontiamo ma lo viviamo davanti alle telecamere. E’ l’evoluzione della specie umana, della nostra mente (ride, ndr).

Ma.. sbaglio o qualche anno fa dovevi partecipare anche a L’Isola dei famosi?

Si, avevo fatto il provino, avevo avuto la possibilità tra i non famosi: la prima edizione in cui hanno partecipato i non famosi. Poi la produzione non mi ha fatto più sapere se ero stata presa ed è sfumata l’idea. Qualche volta ho tentato il Grande Fratello, ma poi anche lì.. Io credo che il mio personaggio sia abbastanza forte: dico sempre le cose come stanno, quindi le produzioni magari si riservano di mettere personaggi che abbiano parecchio da raccontare. Quindi la mia conturbante voglia di arrivare al successo non è tanto per la visibilità, ma per raccontare le cose: credo che l’Italia sia pronta a ricevere un personaggio che sia una ragazza trans che faccia la conduttrice in maniera normale, anche perchè tante altre ci sono riuscite: Eva Robins, la Paradiso.. non capisco perchè oggi è così difficile far diventare una conduttrice una ragazza trans.

Ma poi non vedo dove sia il problema nell’avere una conduttrice trans o etero. Non vedo il problema…

(ride, ndr) Dovremo fare un toto sondaggio: Michelle Hunziker o Manila Gorio? (ride ancora, ndr).

Intanto sei anche la conduttrice e l’autrice del The king of the night.. come è nata l’idea?

Essendo una grande estimatrice di Maria De Filippi mi volevo inventare una provocazione per Maria per farmi prendere nel trono di Uomini e donne: ho voluto dire che oggi con i soldi si compra tutto, quindi comperando in qualche modo questi tronisti per un reality… insomma la provocazione che voglio lanciare dice che è il momento di sdoganare il tronista etero. E’ arrivato l’anziano dopo l’uomo e la donna, però non è mai arrivata la trans su un trono. La trans come Manila (se ci vado io o ci va un’altra per me è la stessa cosa), però se ci andassi io esprimerei meglio il concetto. Mi piacerebbe avere alla mia corte mille uomini normali, etero, così come succede nella vita di tutti i giorni. Se io esco con Giuseppe Mazzitelli e con Rocco Pietrantonio, come sono stata, poi questi signori si sono trovati in giornali e trasmissioni a dire che non è vero. Perchè? Perchè non è sdoganato il fatto che una trans bellissima in Italia esca con un tronista, con uno dello spettacolo piuttosto che con una persona normale. Perchè la si vive in Italia un pò come un tabù, ma in realtà non è questo. Io col Mazzitelli ci sono stata, con Pietrantonio anche.. ma siccome il luogo comune dice che andare con una trans è ridicolo questi signori poi dicono che la signora Gorio si inventa le storie. Quindi diventa controproducente per la categoria.

Mazzitelli e Pietrantonio… ti sei dimenticata Matteo Guerra.

Ahia, è già arrivata la notizia? (ride, ndr). Matteo, Matteo… (il tono si addolcisce, ndr). Matteo credo che mi abbia sorpreso, non lo so lui adesso cosa vorrà dire e cosa no, però dal punto di vista personale Matteo sia intanto una persona che mi ha sorpreso. Mi ha sorpreso davanti a tutti, nel senso che con me è stato dolce, è stato carino. Credo che abbia un passo in più rispetto a tutti gli altri. Ho sentito che ci sono delle foto che ci ritraggono in momenti abbastanza piccanti, non so dove e per chi usciranno queste foto ma se questo servisse a far capire all’Italia questo mio momento che ho vissuto con lui in maniera normale, senza aggredire questo gossip allo scandalo ma far capire che a Matteo gli è venuto il pallino di conoscere Manila, a prescindere che è una trans e a me di conoscere lui come persona, credo che mi farebbe un piacere. E’ questo che vorrei che venisse fuori piuttosto che la foto di un bacio o di quello che è accaduto in una vasca da bagno. Vorrei che venisse fuori questo elemento…

E speriamo, allora, anche che in una prossima intervista Guerra non vada a dire: non sono stato con Manila..

Guarda, io gliel’ho già detto. Io non so quello che dirà o meno, ma io credo che a quest’evento ci siano stati molti occhi a guardare e le cose quando le si fanno pubblicamente, ma in maniera spontanea.. Nessuno dei due cervava di forzare l’argomento trans con comportamenti poco spontanei, tutt’altro. Quello che è nato tra di noi in quei giorni è stato vero, almeno io l’ho sentito vero. Lui è uno che osa, l’abbiamo capito, non credo che stava usando il mio personaggio, visto che molti lo vedono come una persona che si voglia far notare, una persona che fa di tutto per stare sui giornali… Matteo non è un playboy. E’ stato molto delicato con me e quello che è nato lo sapiamo io e lui e sappiamo benissimo quello che c’è stato e ci siamo detti. Non so quello che dirà, ma se il sistema ti porta a dire che Manila è una che cerca pubblicità perchè Manila è una trans… lasciamoglielo dire, però i fatti sono un’altra cosa.

A breve ripartirà anche La Masseria, cosa ci puoi anticipare?

Sarà una novità assoluta: quest’anno tutta Italia ci potrà guardare, andremmo su diversi canali della piattaforma Sky (a giorni sapremo quanti e quali canali sono), ma soprattutto andremo in onda sulla web tv. Sarà molto simile a Vite Spiate dunque: in diretta sarà possibile spiare questi 28 concorrenti reclusi in una Masseria dell’800. Non sarà una Fattoria stile Mediaset, ma sarà completamente diverso. Sarà un gioco sulla sopportazione degli stessi concorrenti. Oltrechè reality show, sarà un reality game dove si vince un premio: in realtà si dovranno formare delle squadre che arriveranno in studio per superare delle prove: stile Pupa e secchione (sulla cultura generale) e stile La Talpa (prova di coraggio). C’è un pò di tutto: un pò della Talpa, un pò della Fattoria, un pò del Grande Fratello e un pò dell’Isola, perchè loro avranno a disposizione soltanto 50€ al giorno per far vivere 28 persone.

Interessante..

(ride, ndr). Quindi vedremo veline, starlette, persone normali combattere la fame. Sarà curioso qui in Puglia ospitare questo reality.

Hai parlato di veline e starlette. Puoi anticiparci qualche nome?

Abbiamo dallo scandalo di George Leonard Lisa Tusa, al momento stiamo ancora coccolando altri nomi. Al di là di alcuni personaggi famosi che comunicheremo dall’11 Settembre, avremo molte storie di vita. Per esempio in un reality non si era mai vista la figura di un drag queen: noi faremo entrare una drag queen. Cosa è il drag queen? Vedremo proprio all’interno della casa come ci si trasforma in drag queen. Poi avremo un detenuto che sta scontando la pena di un omicidio, però in realtà lui è agli arresti domiciliari per una serie di ragioni e probabilmente stiamo riuscendo ad averlo all’interno della Masseria. Per la prima volta avremo anche una coppia di lesbiche: due donne innamoratissime che voglio adottare un bambino e lo verranno a dire a La Masseria. Dulcis in fundo ci sarà un prete che ha deciso di scomunicarsi in diretta nel nostro reality. Sarà un reality, dunque, molto molto particolare. Si preannuncia un reality scandalo anche perchè ci sarà la nuova Patrizia D’Addario, ci saranno delle rivelazioni di una donna che pare si stata a letto con molti politici italiani.

A La Masseria non vi fate mancare proprio niente..

Credo propio di no, credo che saremo meglio del Grande Fratello (ride, ndr). E’ un reality alternativo: non andiamo nella tv di stato, ma in quella commerciale e sul web. Acchiapperemo più ascolti noi, del Grande Fratello (ride, ndr).

Ultima domanda: il tuo sogno nel cassetto..

Condurre il Festival di Sanremo: sarebbe il massimo. Il trono però sarebbe ancora meglio, anzi chiedo proprio esplicitamente a Maria De Filippi di prendermi come tronista. Io mi conbatto proprio per sta cosa, vorrei sdoganare il fatto che una transessuale sia un oggetto del desiderio e trasgressione. Vorrei far capire che se io vado a cena, vado a cena con chiunque e non faccio scandalo perchè sono bella, altra, occhi azzurri.. puoi immaginare che può servire alla categoria e a tutte le ragazze che nella realtà hanno paura di lasciare il marciapiede e fare una vita normale perchè vengono insultate. Vorrei che Maria accettasse il mio invito, visto che l’hanno già accettato 16 tronisti della sua trasmissione che vogliono veramente vedermi sul trono, qualcuno ha già detto che vorrebbe corteggiarmi. Poi con Matteo mi sembra abbastanza pubblico quello che è accaduto, però oggettivamente è successo e quindi Maria dovrebbe accettare questo appello per far capire veramente cosa è una transessuale del giorno d’oggi. Ci hanno provato con Silvia al Grande Fratello, ma lei era una donna già completamente mentre io ancora non sono una donna cmpletamente.

Maria.. c’è posta per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>