Masterpiece, Andrea De Carlo: “Non guardo la tv ma sono pronto a sperimentare”

di Redazione Commenta

A partire dal 17 novembre vedremo un nuovo talent su Rai3, Masterpiece: l’obiettivo è quello di cercare un nuovo talento nel mondo della scrittura. Oggi conosciamo meglio uno dei giurati, Andrea De Carlo, noto per libri come Treno di panna e Villa metaphora è un personaggio sopra le righe, scoprite il perché!

Il Corriere della sera ha intervistato De Carlo, che spiazza tutti con un:

Il televisore? Non ce l’ho. Perché? Sono uno scrittore. Il mio mestiere è sperimentare situazioni disparate. Voglio rappresentarmi in altri modi e narrarli. È una forma di scrittura con mezzi diversi, diciamo.

Una figura così lontana dal mondo del piccolo schermo forse teme lo stesso e invece no:

Il televisore può amplificare il narratore, anch’io scoprirò cose di me che conosco poco, in questi giorni di riprese ho anche lanciato un libro contro il muro ed è un’altra cosa che ho scoperto di me stesso.

De Carlo ammette che se qualche anno fa, agli esordi della sua carriera, ci fosse stato un talent letterario avrebbe partecipato:

Ma certo! Per gli esordienti la vita era difficilissima, a meno che non accadessero fatti insperati, come quello che accadde a me: Calvino lesse il mio romanzo e gli piacque. Perché oggi non dare una possibilità simile?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>