Pomeriggio Cinque: il Processo a Davide Baroncini? La solita solfa trash di natura sessista

di Sebastiano Cascone Commenta

Catapultato negli studi di Pomeriggio Cinque, per promuovere se stesso (dopo essere stato ritratto come il Don Giovanni dei poveri), Davide Baroncini si prepara al ruolo di opinionista a tutto tondo, riabilitandosi agli occhi dei telespettatori dopo il trattamento poco lusinghiero riservato alle donne durante la sua permanenza nella casa del Grande Fratello.

Nel giro di un’ora sfilano in rassegna la futura moglie Erinela, che ha rinnovato il suo amore con una lettera strappalacrime ed un tatuaggio con doppia B in bella vista; poi è la volta della mantide Olivia, che vorrebbe le scuse per essere stata “usata” fisicamente (ma non poteva semplicemente dire di no!) in un momento di debolezza; c’è spazio anche per Giordana, che smessi i panni dell’Eminem del Testaccio, ne approfitta per rivendicare il suo essere femmina in pieno stile Siamo donne, oltre le gambe c’è di più.

L’ingresso in studio di Angelica, con cui ha avuto un chiarimento risolutivo per amor di telecamera, sembra ristabilire un clima sereno tra gli ospiti della D’Urso; ma il buon Davide non sa che in agguato c’è Agostino, l’ex fidanzato di Rosa, che non solo accusa il giovane di avergli soffiato la ragazza (ed un posto al sole all’interno del reality di Canale 5, altro che villaggio turistico!!!) ma di aver attuato una strategia ben chiara per guadagnarsi la finale.

E ci si mette anche il pubblico che, a gran voce, condanna fermamente la volontà di essere risultato un abile giocatore e sapiente affabulatore del gentil sesso. Ma il giro di ospitate tv è ancora lungo e ci sarà ancora tanto tempo per parlarne in tutte le salse possibili (almeno fino alla prossima stagione del GF).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>